Madame Web sarà la “versione Sony di Doctor Strange” secondo gli insider di Deadline; i fan Marvel criticano il casting di Dakota Johnson.

Nel 2019, poco dopo la fine dell’accordo con i Marvel Studios/Disney per la co-gestione di Spider-Man, Sony Pictures decise di iniziare lo sviluppo di uno spin-off dedicato a Madame Web, ingaggiando Matt Sazama e Burk Sharpless (i due sceneggiatori di Morbius) per lavorare allo script e S.J. Clarkson (Jessica Jones) alla regia del film. Da quel momento non è stato più rivelato nulla sul progetto, che dovrebbe essere ancora in fase di lavorazione ma senza data d’uscita.

Dopo mesi di silenzio, questa settimana Deadline ha confermato che Dakota Johnson, star del franchise di 50 Sfumature di Grigio, è entrata in trattative con la Sony per interpretare la protagonista. L’attrice, stando a quanto riportato, non ha ancora firmato il contratto ma potrebbe farlo presto considerando che le riprese del film sono previste per questo 2022. Nel report di Deadline, inoltre, è stato rivelato che il progetto potrebbe distanziarsi molto dal materiale di partenza a causa delle caratteristiche del personaggio e che la compagnia sarebbe intenzionata a rendere Madame Web la “versione Sony” di Doctor Strange, strategia che potrebbe giustificare la presenza della componente del Multiverso nella pellicola:

“Per via della sua età e della sua condizione di salute, Madame Web non ha mai affrontato realmente dei villain. Per questo motivo, le fonti hanno sottolineato che il progetto potrebbe trasformarsi in qualcos’altro. Gli insider dicono che per via dei suoi poteri sensoriali psichici fondamentalmente [Madame Web] sarà la versione Sony di Doctor Strange.”

Il casting di Dakota Johnson, tuttavia, ha sollevato qualche polemica tra i fan sui social con diversi utenti che hanno criticato la Sony per aver svecchiato e sessualizzato un personaggio come Madame Web – da sempre rappresentata come una donna anziana paralizzata – piuttosto che ingaggiare un’attrice anziana per la parte:

“Vedere Dakota Johnson ingaggiata o in trattative per essere Madame Web… semplicemente non funziona. Nei fumetti è mostrata come una persona nata cieca e con una malattia degenerativa che la costringe in sedia a rotelle. La sua funzione di base è aiutare Spider-Man e anche guidarlo quando necessario.”

“È una storia di origini? Perché Dakota Johnson è giovane, Madame Web no.”

“Dunque, nella sua grande impresa di fare qualsiasi cosa con il brand Spider-Man, Sony vuole lanciare un progetto stand-alone su Madame Web con Dakota Johnson, perché è meglio con un’attrice giovane che con una più anziana.

“Il discorso ‘È Madame Web ma è giovane e SEXY’ è ciò che mi infastidisce dei film DC e Marvel. Non avrebbero MAI ingaggiato Helen Mirren, ma avrei preferito vedere una cosa del genere. Non sono un fan di Dakota Johnson comunque.”

Nei fumetti, Madame Web (il cui vero nome è Cassandra Webb) è pesantemente connessa con l’Uomo Ragno: nonostante sia paralizzata e non vedente, ha straordinarie abilità psichiche, preveggenti e chiaroveggenti, che le permettono di superare persino le capacità del suo corpo fisico. Grazie a queste abilità, è inoltre capacità di trasportare altre persone all’interno della sua dimensione, connettendo di fatto il Multiverso Marvel. Ricordiamo che secondo Collider, che per primo ha riportato la notizia, i nomi più probabili per la produzione sono quelli di Avi Arad e Matt Tolmach, già produttori esecutivi dei film su Venom e di Morbius.

Madame Web

Fonte