Un episodio della serie animata L’Uomo Ragno e i suoi fantastici amici contiene un disclaimer sulla piattaforma di streaming Disney+.

L’Uomo Ragno e i suoi fantastici amici (in originale Spider-Man and His Amazing Friends), serie animata andata in onda dal 1981 al 1983, è uno dei prodotti più nostalgici presenti sul catalogo americano della piattaforma di streaming Disney+. Nonostante la sua fama oltreoceano, la Casa di Topolino ha deciso di aggiungere un disclaimer all’inizio di un episodio del cartone per la presenza di stereotipi razziali e di rappresentazioni offensive della cultura giapponese.

Nel quarto episodio della serie, intitolato “Sunfire“, Spider-Man, l’Uomo Ghiaccio e Firestar incontrano il supereroe giapponese Shiro Yoshida a.k.a. Sole Ardente e il suo malvagio zio Genju. Mentre Genju è doppiato da un attore di origini asiatiche, Sunfire è doppiato dall’americano Jerry Dexter con un marcato accento giapponese stereotipato. In aggiunta, Genju è rappresentato come un samurai con un esercito di robot dalla sua parte intenzionato a creare un Kaiju di fuoco con l’aiuto di suo nipote e di Firestar per conquistare il mondo occidentale.

L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici

Nel finale dell’episodio, inoltre, l’Uomo Ghiaccio e Spider-Man discutono dei possibili modi per consolare Firestar dopo la sua separazione da Sunfire: tra questi, i due supereroi propongono di guardare un film horror giapponese o andare in un ristorante giapponese, rinforzando il fatto che Firestar fosse attratta esclusivamente dalle origini di Sunfire. Per questo motivo, il team di Disney+ ha preferito aggiungere un disclaimer che condanna tali rappresentazioni stereotipiche anziché rimuovere l’episodio dalla piattaforma:

“Questo programma include rappresentazioni negative e/o maltrattamento di persone o culture. Questi stereotipi erano sbagliati ai tempi e sono sbagliati ora. Piuttosto che rimuovere questo contenuto, vogliamo riconoscere il suo impatto dannoso, imparare da esso e stimolare una conversazione per creare un futuro più inclusivo insieme. La Disney si impegna a creare storie con temi di ispirazione e aspirazione che riflettono la diversità dell’esperienza umana intorno al mondo.”

L'Uomo Ragno e i suoi fantastici amici

Non è la prima volta che L’Uomo Ragno e i suoi fantastici amici fa parlare di sé per la presenza di contenuti controversi. Qualche mese fa, infatti, molti appassionati della Casa delle Idee hanno notato che su Disney+ è del tutto assente il finale della prima stagione, ossia l’episodio “The Quest of the Red Skull” in cui il Teschio Rosso e i suoi seguaci ripetono in continuazione “Heil Hitler” in una base nazista piena di svastiche.

Fonte