La regista di Loki ha svelato che una scena del quinto episodio con la Variante alligatore era molto più “macabra” originariamente.

Lo scorso anno è stata rilasciata sulla piattaforma di streaming Disney+ la prima stagione di Loki, la terza serie prodotta dai Marvel Studios incentrata sul Dio degli Inganni interpretato da Tom Hiddleston. Lo show vede la versione alternativa del fratellastro di Thor, fuggito con il Tesseract durante Avengers: Endgame, collaborare con l’organizzazione temporale Time Variance Authority per preservare il corretto flusso del tempo. Forte del successo della serie, i Marvel Studios hanno annunciato una seconda stagione in cui il protagonista dovrà affrontare le conseguenze delle azioni di Sylvie (Sophia Di Martino) nel finale.

Nel corso di un’intervista con Entertainment Weekly, la regista Kate Herron ha svelato alcuni retroscena sulla realizzazione del quinto episodio di Loki, svelando che una versione della scena in cui la Variante alligatore del Dio degli Inganni strappa la mano al Loki Presidente originariamente era molto più grottesca e macabra:

Avremmo dovuto farlo volare per la stanza e Tom avrebbe solo dovuto afferrarlo. Ma fece questo grido selvaggio quando lo prese. Tutti sul set stavano cercando di non ridere. Non avrei mai immaginato che lo avrebbe fatto, ma è stato perfetto.”

Ricordo che scrivemmo diverse versioni di quella scena e ce n’era una molto macabra. La mia reazione fu ‘Non penso che possiamo farlo.’ Era simile a La Casa [di Sam Raimi], era fantastico, ma pensai ‘Probabilmente non è il tono giusto per questa serie.'”

Loki