Secondo recenti indiscrezioni, Jack Veal (The End of the F***ing World) potrebbe interpretare Kid Loki nella serie sul Dio degli Inganni.

Uno dei progetti più attesi dai fan dell’Universo Cinematografico Marvel è senza dubbio Loki, la terza serie prodotta dai Marvel Studios per la piattaforma di streaming Disney+ ed incentrata sul Dio degli Inganni interpretato da Tom Hiddleston, fuggito con il Tesseract nel 2012 durante i viaggi nel tempo di Avengers: Endgame. La serie era in produzione prima dell’emergenza coronavirus ma, dopo l’interruzione delle riprese, pare che i lavori siano ripartiti in questi giorni.

Stando a quanto spiegato dall’insider Charles Murphy del sito Murphy’s Multiverse – rivelatosi una fonte estremamente attendibile negli ultimi mesi per quanto riguarda i rumor sulle produzioni dei Marvel Studios – Jack Veal, noto per essere apparso nella serie Netflix The End of the F***ing World e nel film La Favorita, potrebbe interpretare la giovane versione del protagonista nello show.

Questa indiscrezione potrebbe confermare che Kid Loki – e altre versioni alternative del Dio degli Inganni – verrà introdotto nel Marvel Cinematic Universe? Lo scorso gennaio, inoltre, lo scooper aveva riportato che lo studio fosse alla ricerca di un bambino e di una bambina per la serie su Loki.  Il ruolo della bambina, a quanto pare, è stato affidato alla piccola Cailey Fleming e, malgrado il suo personaggio sia accreditato come “Giovane Sylvie” su IMDb, secondo Murphy potrebbe trattarsi proprio della versione giovane del misterioso personaggio interpretato da Sophia Di Martino.

Ricordiamo che la serie su Loki, diretta da Kate Herron (Sex Education) e scritta da Michael Waldron (Rick & Morty, Doctor Strange in the Multiverse of Madness), vedrà nel cast Tom Hiddleston, Sophia Di Martino, Owen Wilson, Gugu Mbatha-Raw, Wunmi Mosaku e Richard E. Grant.

Loki

SINOSSI
In Loki dei Marvel Studios, il mutevole Loki (Tom Hiddleston) riprende il suo ruolo di Dio degli Inganni in una nuova serie ambientata dopo gli eventi di Avengers: Endgame.

Fonte