Il capo sceneggiatore di Loki ha spiegato per quale motivo ha apprezzato i depistaggi dei trailer della serie con Tom Hiddleston.

Lo scorso anno è stata rilasciata sulla piattaforma di streaming Disney+ la prima stagione di Loki, la terza serie prodotta dai Marvel Studios incentrata sul Dio degli Inganni interpretato da Tom Hiddleston. Lo show vede la versione alternativa del fratellastro di Thor, fuggito con il Tesseract durante Avengers: Endgame, collaborare con l’organizzazione temporale Time Variance Authority per preservare il corretto flusso del tempo. Forte del successo della serie, i Marvel Studios hanno annunciato una seconda stagione in cui il protagonista dovrà affrontare le conseguenze delle azioni di Sylvie (Sophia Di Martino) nel finale.

Nel corso di un’intervista con Entertainment Weekly, Michael Waldron, head writer della prima stagione di Loki e sceneggiatore di Doctor Strange nel Multiverso della Follia, ha parlato del suo lavoro sul quinto episodio della serie, svelando che la scena in cui le Varianti del protagonista combattono tra loro ha sempre fatto parte della storia. Waldron ha aggiunto di aver lasciato i dettagli per creare al meglio quella specifica sequenza alla regista Kate Herron e al team di stunt:

Era stato tutto abbozzato a grandi linee. Avevamo scritto personaggi importanti per quell’episodio… Loki, Classic Loki, Kid Loki, Boastful Loki. E volevamo che il Presidente Loki fosse nella serie per omaggiare la fantastica run a fumetti [in cui appare]. Quella versione è quella che sicuramente mi ha sempre fatto sperare ‘Beh, se Tom Hiddleston potrà interpretare una di queste versioni, deve essere quella.'”

Loki

Lo sceneggiatore, inoltre, ha ammesso di aver apprezzato l’utilizzo ingannevole della Variante Presidente di Loki e i depistaggi nei trailer della serie, riflettendo sull’evoluzione e sul viaggio interiore del personaggio:

Mi piaceva l’idea che il pubblico teorizzasse sul fatto che fosse una storia di Loki che diventa ancora più cattivo. Quando in realtà è la storia di lui che diventa un eroe. E quando incontra Presidente Loki, lo guarda e pensa ‘Wow, un tempo ero così e probabilmente sarei ancora così se non avessi incontrato Mobius e Sylvie.’ Guarda tutti questi Loki e per la prima volta riflette su sé stesso pensando ‘Cavolo, non so se mi piace come sono stato per tutta la mia vita.’