Zack Snyder rivela parte dei suoi piani per i sequel di Justice League commentando Batman v Superman.

Bruce, ascoltami adesso. E’ Lois, è Lois Lane. E’ lei la chiave. Sono in anticipo. Hai ragione su di lui, hai sempre avuto ragione. Devi temerlo. Trovaci Bruce, devi trovarci!

Recentemente il regista Zack Snyder ha partecipato al “Watch Party” della Ultimate Cut di Batman v Superman organizzato da Comicbook.com, in cui ha parlato del film e di diverse sequenze, tra cui quelle che ovviamente hanno fatto discutere maggiormente i fan.

Una delle sequenze che ha destato più dubbi è senza ombra di dubbio la visione onirica ribattezzata Knightmare, che mostra brevemente il Cavaliere Oscuro contro un malvagio Superman in una realtà dove la terra è stata conquistata da Darkseid.

A riguardo, il regista si è soffermato sul momento successivo a questa sequenza: il messaggio di Flash, che viaggiando indietro nel tempo riesce ad avvisare Bruce che “Lois Lane è la chiave”, senza però specificare altro.

Dopo aver spiegato che Barry Allen avrebbe viaggiato indietro nel tempo utilizzando il tapis roulant cosmico, creando con esso un varco nel tempo con l’aiuto di Batman e Cyborg, Snyder ha aggiunto:

Avevo questa idea che nel futuro – con la Justice League riunita per mandare indietro nel tempo Flash e avvisare Bruce Wayne – di mostrare Cyborg impegnato con un incredibile numero di calcoli mentre spiegava “ho due possibilità per mandare Flash indietro nel tempo. Questi numeri indicano due momenti per avvisarti, Bruce.” 

Potrebbe essere subito prima del momento in cui questo evento deve ancora succedere – dove Lois viene uccisa o Bruce non riesce a salvarla – ma è importante che Flash arrivi il più vicino possibile al momento in cui Bruce possa riuscire a comprendere la realtà di ciò.

Quindi Bruce del futuro avrebbe chiesto a Cyborg: in quale momento mi manderesti indietro ora?” e Cyborg avrebbe risposto con “ci sto ancora riflettendo”. Bruce a sua volta avrebbe risposto con “scegli l’altra opzione, dato che lo hai già mandato indietro nel tempo ma era troppo presto – quindi scegli l’altra opzione.

Confusi? Andiamo con ordine e proviamo a fare chiarezza, unendo i punti con tutto ciò che ha rilasciato Snyder in questi anni. Il messaggio di Flash in Batman v Superman si collega direttamente all’ormai defunto Justice League Parte 2, che avrebbe mostrato il team combattere contro Darkseid ed essere sconfitto. Il tiranno di Apokolips avrebbe raggiunto quindi la Terra, ucciso Lois, corrotto Superman con l’Equazione dell’Anti-Vita e conquistato il pianeta.

Questo avrebbe trasformato il sogno apocalittico di Bruce in realtà.

Justice League 3 avrebbe quindi mostrato il team inviare Barry Allen indietro nel tempo, non più durante gli eventi di Batman v Superman, ma in un periodo più vicino alla scomparsa di Lois Lane.

Ai tempi di Batman v Superman, ovviamente Bruce Wayne non era riuscito a comprendere il messaggio lasciato da Barry Allen, non potendo quindi a sventare la morte di Lois Lane e la conseguente conquista della Terra.

Una volta compreso tutto ciò, nelle idee di Snyder questa versione di Bruce (quella “avvisata” da Barry in BvS) avrebbe deciso di non inviare più Flash durante gli eventi di Batman v Superman per avvisare il se stesso. del passato, bensì in un altro momento ben preciso.

Come spiegato da Snyder, questo avrebbe creato una nuova linea temporale, dove il Flash del futuro avrebbe avvisato Batman dell’imminente catastrofe probabilmente direttamente nella Bat-Caverna dove Darkseid avrebbe ucciso Lois Lane. Da qui in poi non è dato sapere cosa sarebbe successo nella visione originale del regista.

In questa nuova timeline Flash avrebbe raggiunto un altro punto nel passato più vicino agli eventi che ancora non avete visto nel film.

Fonte