Logan, Dafne Keen svela i preziosi consigli ricevuti da James Mangold e Hugh Jackman sul set durante le riprese del film.

Uno dei film più amati dai fan dei mutanti della Casa delle Idee è senza dubbio Logan di James Mangold, terzo capitolo dedicato al Wolverine interpretato da Hugh Jackman che ha convinto appieno critica e pubblico ottenendo anche una nomination agli Oscar nella categoria Miglior sceneggiatura non originale. Dopo 17 anni dal primo X-Men di Bryan Singer, questo film ha rappresentato la fine di lungo percorso sia per Hugh Jackman, che ha sempre dato anima e cuore per il personaggio, che per una parte della saga cinematografica prodotta dalla 20th Century Fox sin dal 2000.

In un’intervista con Marie Claire UK, Dafne Keen, interprete di Laura Kinney alias X-23, ha parlato della sua esperienza sul set di Logan, svelando i preziosi consigli ricevuti dal regista James Mangold e da Hugh Jackman durante le riprese:

Mi è stato detto da James Mangold sul set di ‘Logan’ di dare tutta me stessa perché nel caso in cui fai troppo, possono sempre dirti di andarci piano, e penso sia un ottimo consiglio per gli attori perché un sacco di attori tendono a non dare tutto quello che hanno nelle scene per paura di esagerare. Ma se esageri, va tutto bene perché avrai sempre qualcuno che ti dirà di fare di meno. Questo è un suggerimento utile per me.”

“Hugh Jackman è stato fantastico ed è stato il numero uno sul set quando si trattava di insegnarmi come trattare la crew. Era la persona più brillante con la crew, mi ha insegnato che la distanza tra cast e crew è sbagliata e che tutti devono essere trattati allo stesso modo. Era vicino a tutti i membri della crew, conosceva i nomi di tutti e portava alle persone i biglietti della lotteria ogni settimana. Mi sento davvero fortunata ad averlo avuto come insegnante.”