Hugh Jackman racconta un retroscena su Logan durante il primo provino di Dafne Keen, uno dei motivi per cui è stata scelta per il ruolo di X-23.

Più di 3 anni fa America ha debuttato Logan di James Mangold, film dedicato a Wolverine con protagonista Hugh Jackman che ha convinto appieno critica e pubblico (è stato definito da molti come uno dei migliori film tratti dai fumetti), ottenendo anche una nomination agli Oscar nella categoria  “Miglior sceneggiatura non originale” – premio che però non ha vinto.

In nottata James Mangold ha partecipato al Watch Party del film organizzato da Comicbook.com e durante la visione ha lodato la giovane attrice Dafne Keen, interprete di Laura Kinney/X-23:

Il film non poteva funzionare in alcun modo senza Dafne Keen. Per tutta la seconda metà del film trascina l’intero film dato che Logan era malato e insicuro.

Successivamente è intervenuto anche Hugh Jackman, che ha rivelato un curioso retroscena:

Quando James Mangold ha proposto il personaggio di Laura e la tematica familiare del film, eravamo tutti preoccupati per la ricerca dell’attrice giusta. Questo fin quando non abbiamo incontrato Dafne Keen. Il primo giorno di provino mi ha dato un pugno sul braccio così forte che il giorno dopo avevo un livido. Assunta.

Prima di Logan, la giovane attrice (classe 2005) aveva recitato soltanto nella serie TV The Refugees.

Logan
In un futuro prossimo, uno stanco Logan si trova a curare un malato Professor X, in un nascondiglio sul confine messicano. Ma i tentativi di Logan di sottrarsi alla vista del mondo terminano quando arriva una giovane mutante, inseguita da forze oscure.