La Marvel Comics ha ingaggiato il wrestler CM Punk e gli ha affidato una storia del Thor Annual #1 che sarà disegnata da Rob Guillory.

A sorpresa di molti fan del fumetto, la Marvel ha scelto un personaggio a dir poco “bizzarro” per la stesura di una storia che apparirà in Thor Annual #1, il personaggio in questione è Phil Brooks, meglio noto come CM Punk.
Anche i Wrestler quindi hanno dei superpoteri nascosti, e Phil deve raccontare così bene le storie a talpunto che la Marvel lo ha scelto per questo progetto che non è di poco conto. In realtà non è la prima collaborazione tra Brooks e la Casa delle Idee, visto che ha già scritto una introduzione per il volume hard cover Avengers vs. X-Men. Pertanto, Thor Annual #1 segnerà il suo esordio nel mondo dei comics come autore.
CM Punk ha rilasciato alcune dichiarazioni ufficiali in merito, mostrando tutto il proprio entusiasmo:

“Tecnicamente è il mio primo lavoro come scrittore di fumetti e sto scrivendo Thor, un’impresa abbastanza pesante. Non è un fumetto indipendente. Non è una storia secondaria. Sto scrivendo Thor, uno dei pezzi grossi della Marvel! Fanno addirittura i film su di lui…”

I pregiudizi giustificati dei fan

Potrebbe essere un espediente pubblicitario per avvicinare al mondo dei fumetti i fans di questo artista della lotta?

Certo, come operazione commerciale a primo impatto non convincerà i fan del figlio di Odino, visto che l’Annual del personaggio diventerà un prodotto sperimentale, che darà sfogo alla fantasia dell’ex wrestler.

C’è chi lotta ogni giorno sul proprio banco di lavoro per fare un salto di qualità e per farsi notare dalle grandi case editrici e poi ci sono quei “miracolati” che all’improvviso si ritrovano a firmare una storia della Marvel Comics.

La vita è ingiusta, ma sarebbe sbagliato bocciare a priori il lavoro che farà Brooks, che potrebbe rivelarsi un buon scrittore, gettando al tappeto tutti i pregiudizi.