L’emergenza Coronavirus colpisce anche la produzione del film su Flash, che verrà diretto da Andy Muschietti e uscirà a luglio del 2022.

A luglio dello scorso anno il regista Andy Muschietti, che ha diretto It ed il suo sequel, è entrato in trattative con la Warner Bros. per dirigere una nuova versione del film su Flash totalmente slegata dalla precedente (qui tutti i dettagli), con Christina Hodson (che ha già lavorato per Bumblebee e l’imminente Birds of Prey) che sta già scrivendo la sceneggiatura.

Muschietti successivamente ha confermato il suo coinvolgimento nel progetto, che entrerà in fase di produzione a inizio del prossimo anno, con l’uscita fissata per il 1 luglio del 2022.

Nel corso di una recente intervista, lo stunt coordinator Eunice Huthart ha spiegato che la pre-produzione del film era prevista per fine aprile, ma è stata posticipata a causa dell’emergenza Coronavirus, che ha completamente bloccato il settore cinematografico – e la stessa Warner Bros. ha messo in pausa praticamente tutte le produzioni in corso.

Ecco quanto spiegato da Huthart:

Il progetto che stavo per iniziare e The Flash. Avremmo dovuto iniziare tra la fine di aprile e gli inizi di maggio, ma ora non sono sicuro di quello che succederà.

Per fare un piccolo riassunto, la pre-produzione è la fase in cui iniziano i casting, in cui viene scelta la crew e vengono studiate le location per le riprese.

Successivamente vengono realizzati gli storyboard (dai quali gli stunt coordinator studiano le scene d’azione) e viene quindi stabilito il budget effettivo del film, assegnando i fondi necessari ad ogni reparto. Nell’ultima fase, viene programmata la tabella di marcia delle riprese ed il conseguente allestimento del set vero e proprio. Qui lo scenografo avrà un ruolo chiave, dato che dovrà supervisionare le operazioni della costruzione del set.

Fonte