Warner Bros. è intenzionata a cancellare Titans e Doom Patrol da HBO Max, ma non ha ancora preso una decisione certa.

Durante gli earning call destinati agli investitori, il presidente di Warner Bros. Discovery David Zaslav ha avuto modo di parlare del futuro della DC al cinema. Oltre ad aver confermato la fusione tra HBO Max e Discovery Plus, Zaslav ha spiegato che la compagnia sta sviluppando un nuovo piano decennale per i film DC fortemente “incentrato sulla qualità” delle singole pellicole.

Zaslav ha spiegato che la compagnia ha fatto “un reset” della DC (che vede come la priorità assoluta), ingaggiando anche il noto dirigente Alan Horn per supervisionare i progetti cinematografici.

In nottata, Variety ha pubblicato un nuovo aggiornamento sui confusionari piani della DC, spiegando he il “reset” con il quale è stato cancellato il piano di Walter Hamada, insieme alla mancanza di dettagli specifici stanno creando un’atmosfera di confusione e speculazione sia tra i fan che tra la stessa dirigenza.

Come se non bastasse, sono in arrivo anche altre cancellazioni importanti!

Stando a quanto spiegato in nottata da Variety, mentre la serie animata su Harley Quinn sembra essere salva, ci sono due serie che rischiano seriamente di essere cancellate: Titans e Doom Patrol. Nello specifico, entrambe sembrano essere destinate alla cancellazione, ma una decisione finale non è stata ancora presa.

La notizia è decisamente sorprendente, in quanto non si tratta di serie ad alto budget ed il verdetto di pubblico e critica è sempre stato positivo. Nello specifico, Doom Patrol ad oggi ha il 97% di valutazioni positive su Rotten Tomatoes, uno dei migliori punteggi mai raggiunti per un prodotto DC. Al tempo stesso, Titans non ha le stesse recensioni eccellenti, ma può vantare su ottimi ascolti, sia in America che nel resto del mondo.

Nonostante ciò, Warner potrebbe decidere di cancellarle, una mossa che sicuramente farà discutere sui social.

Curiosamente, entrambe le serie sono state rinnovate per una quarta stagione al DC FanDome dello scorso anno, ma la produzione non è ancora iniziata.

Fonte