La morte dei personaggi perde di significato con l’espediente narrativo del Multiverso? Il regista di What If…? risponde alla domanda.

La prima stagione di What If…?, la prima serie d’animazione dei Marvel Studios, è finalmente disponibile in streaming sulla piattaforma di streaming Disney+. Lo show, ispirato all’omonima serie a fumetti pubblicata dalla Casa delle Idee e composto da 9 episodi, esplora scenari del tutto inediti e alternativi agli eventi dei film dell’Universo Cinematografico Marvel e vede il ritorno degli attori in qualità di doppiatori.

Nel corso di una recente intervista con Variety, il regista di What If…? Bryan Andrews ha parlato in modo approfondito della prima stagione della serie animata. Quando gli è stato chiesto se dal suo punto di vista la morte dei personaggi nell’universo “principale” perda di significato quando si utilizza un espediente narrativo come il Multiverso, Andrews ha dichiarato:

“Quando si parla della sfida del Multiverso, si pensa ‘Oh, beh, questo personaggio è vivo in mille forme diverse in diversi universi‘, ma questo non sminuisce la posta in gioco? Non la penso in questo modo, perché stai guardando una storia alla volta, nella speranza che il pubblico sia interessato a ciò che questi personaggi stanno facendo in quel momento e che resti sorpreso da ciò che potrebbe e non potrebbe succedere loro. Quindi se stiamo facendo bene il nostro lavoro e stiamo coinvolgendo il pubblico, il fatto che ci sia un personaggio che è vivo o morto in un altro universo non dovrebbe importare.”

Ciò che conta è quello che sta succedendo in questo momento nel presente, di fronte a te… quell’avventura specifica. E se riesci a connetterti in qualche modo alla storia, è fantastico. Allora funzionerà sempre. E non si sa mai cosa vedrai, penso sia parte del divertimento. Questo è uno dei lati migliori del realizzare una serie come What If…?. Possiamo essere dark. Possiamo fare una commedia. Possiamo ispirarci a qualsiasi altro genere, e ciò rappresenta parte della gioia.”

Ricordiamo che il cast vocale di What If…? vede Jeffrey Wright (Westworld) nel ruolo di Uatu l’Osservatore e numerosi attori del MCU tra cui Benedict Cumberbatch (Stephen Strange/Doctor Strange), Mark Ruffalo (Bruce Banner/Hulk), Sebastian Stan (Bucky Barnes), Tom Hiddleston (Loki), Natalie Portman (Jane Foster), Josh Brolin (Thanos), Michael B. Jordan (Erik Killmonger), Dominic Cooper (Howard Stark), Samuel L. Jackson (Nick Fury), Chris Hemsworth (Thor), Hayley Atwell (Peggy Carter/Captain Carter), Chadwick Boseman (T’Challa), Karen Gillan (Nebula), Jeremy Renner (Clint Barton/Hawkeye), Paul Rudd (Scott Lang/Ant-Man), Michael Douglas (Hank Pym), Jeff Goldblum (Gran Maestro), Michael Rooker (Yondu Udonta), Toby Jones (Arnim Zola), Stanley Tucci (Abraham Erskine) e Kat Dennings (Darcy Lewis). La serie animata, scritta da A.C. Bradley e diretta da Bryan Andrews, è disponibile su Disney+ dall’11 agosto.

What If...?

SINOSSI
What If …? capovolge la sceneggiatura dell’Universo Cinematografico Marvel, rielaborando in modi inaspettati eventi celebri dei film. In arrivo su Disney+ nell’estate del 2021, la prima serie animata Marvel Studios si concentra su diversi eroi dell’MCU, con un cast di voci che include una serie di star che riprendono i loro ruoli. La serie è diretta da Bryan Andrews, mentre Ashley Bradley è il capo sceneggiatore.

Fonte