Capiamo in che modo l’universo Cinematografico Marvel sta evolvendo grazie al concetto delle Dimensioni Alternative.

Quando il Marvel Cinematic Universe iniziò nel 2008, nessuno avrebbe potuto immaginare che da un ricco genio playboy, creatosi un’armatura tecnologica per salvarsi la vita usando solo una scatola di rottami, saremmo arrivati a parlare di Multiverso (Qui il nostro speciale su tutte le realtà viste in Doctor Strange: Nel Multiverso Della Follia).

Nel tempo, l’MCU ci ha introdotto al concetto che altre realtà confinino con quella da noi conosciuta, prima introducendoci il Regno Quantico nell’Ant-Man del 2015, poi aprendo le porte al mondo della magia l’anno successivo col Doctor Strange di Scott Derrickson, dove abbiamo visto numerose Dimensione, tra cui la Dimensione Specchio, la Dimensione Astrale e soprattutto la Dimensione Oscura di Dormammu.

Ora, la Fase 4 ha iniziato ad ampliare il concetto, introducendo in molte storie diverse tipologie di realtà alternative, tutte con delle proprie caratteristiche:

L’Esa (WandaVision)

“Non so come io abbia fatto. Io … Io mi ricordo soltanto una profonda solitudine. Un vuoto. Solo un baratro senza fine.”

Una dimensione tascabile di forma esagonale (da cui il nome), creata dalla Magia del Chaos di Wanda Maximoff.

All’interno dell’Esa, la realtà può essere riscritta a proprio piacimento, controllando anche le menti di coloro che si trovano al suo interno, ma potendone modificare anche la struttura molecolare nel caso fuoriuscissero da essa (come nel caso di Monica Rambeau).

La Time Variance Authority (Loki)

“La TVA è intevenuta per correggere il vostro errore, e riportare il tempo al suo percorso predeterminato. Ora che le vostre azioni vi hanno lasciato senza un posto nella Linea Temporale, dovrete affrontare un processo per i vostri crimini. Abbiate pazienza, e in men che non si dica, vi porteremo davanti a un giudice. Assicuratevi solo di avere il vostro numero, e verrete ricevuti dal prossimo addetto disponibile.
PER TUTTI I TEMPI. SEMPRE.”

La TVA è di per sé una agenzia temporale, situata all’interno di una Dimensione in cui il tempo scorre in modo completamente diverso rispetto a quello delle singole realtà.

Creata da Colui che Rimane (Jonathan Majors) allo scopo di monitorare e gestire la “Sacra Linea Temporale“, eliminando le Ramificazioni che, non seguendo lo script prestabilito, potrebbero portare alla nascita di una versione di Kang il Conquistatore, cioè la “Variante malvagia” dello stesso Colui che Rimane.

Il Vuoto (Loki)

“Quando falciamo una realtà ramificata, è impossibile distruggere tutta la sua materia, così la spostiamo in un punto della Linea Temporale dove non crescerà. Praticamente quella realtà non viene resettata, viene traferita.” “Dove?” “Un vuoto alla fine del tempo, dove ogni grado dell’esistenza collide nello stesso punto e, semplicemente, si ferma.”

La Dimensione situata alla fine dell “Sacra Linea Temporale“, utilizzata dalla TVA come discarica in cui lasciare le realtà ramificate che vengono falciate. Ciò che resta di questi mondi viene generalmente divorato da Alioth, una creatura capace di consumare il tempo e lo spazio, utilizzato da Colui che Rimane come cane da guardia.

La Cittadella Alla Fine del Tempo (Loki)

“La TVA deve essere distrutta. Non sappiamo chi l’abbia creata o dove si trovi, quel coso lassù (Alioth) sì. Quando mi ha travolta prima, mi sono connessa a lui. È stato breve, ma ho intravisto qualcosa, e credo che se mi avvicinassi abbastanza, riuscirei a incantarlo. Così mi porterà da chiunque ci sia dietro tutto questo.”

Un edificio costruito sopra un asteroide, situato al di fuori dalla Linea Temporale, in quello che sembrerebbe essere un Piano della Realtà a quattro dimensioni, in cui il tempo ha una connotazione fisica. È proprio qui che si nasconde Colui che Rimane, il vero creatore della Time Variance Authority, osservando la “Sacra Linea Temporale” da oramai eoni senza mai invecchiare, nella speranza che essa non si sfaldi e sia esposta al resto del Multiverso.

La Dimensione di Uatu l’Osservatore (What If…?)

“Hai l’intero Multiverso letteralmente ai tuoi piedi, eppure hai passato tutto quel tempo lassù? Wow, decidere non è più divertente che guardare? E se facessi qualcosa, saresti anche meno inquietante.”

Un Piano d’Intermezzo del Multiverso, abitato da Uatu l’Osservatore. Questa realtà appare come un infinito corridoio, le cui superfici hanno una connotazione prismica e consentono a Uatu non solo di scrutare le varie, infinite realtà, ma anche di poterle raggiungere nel caso egli decidesse di esplorarle.

Generalmente, è una Dimensione celata a qualunque creatura mortale, ma essa può essere percepita da esseri di potenza quasi universale, come accaduto con Doctor Strange Il Supremo e Infinity Ultron.

Ta Lo (Shang-Chi e la Leggenda dei Dieci Anelli)

“Il regno di Ta Lo si estende ben oltre le sponde del nostro piccolo villaggio. Abbiamo città più evolute di quelle del vostro universo, ricche di culture e storia.”

Una Dimensione magica che affianca quella terrestre, abitata da umani nativi di quella realtà, ma anche dalle numerose creature sovrannaturali che popolano le credenze dei popoli asiatici. È il mondo d’origine della dragonessa conosciuta come il Grande Protettore e dell’Abitante dell’Oscurità, un potente demone che si nutre delle anime degli esseri viventi.

La Duat (Moon Knight)

“Quindi, questo è l’Aldilà? Questo è l’Aldilà?”
“Un aldilà. Non è l’Aldilà. Non immagini quanti piani d’intersezione di coscienze slegate esistono.”

È l’oltretomba egizio, dominata dal Dio Osiride, e la cui vera forma è impossibile da comprendere per la mente umana. Qui le anime vengono trasportate sulla barca della Dea-ippopotamo Taweret, diretta verso i Campi di Iauri. Durante il viaggio, l’anima defunta viene sottoposta alla Psicostasia, cioè la pesa del cuore, che viene messo sulla Bilancia della Giustizia e pesato insieme alla Piuma della Verità (appartenente alla Dea Maat).

Se il cuore risulta più pesante della piuma (l’anima è quindi ritenuta indegna), oppure la bilancia non riesce a dare un risultato definitivo, il defunto verrà preso dalle anime maligne della Duat e scaraventato nel mare di sabbia, rimanendo congelato per l’eternità.

L’intera procedura risulta molto differente da quella concepita nel credo egizio, ma come viene spiegato durante la serie, la Dea Ammit, divoratrice delle anime peccatrici, era stata rinchiusa nella pietra e nascosta nella tomba di Alessandro Magno.

Se la pesa del cuore porta a un equilibrio, significa invece che l’anima è degna di passare e stabilirsi nei Campi di Iaru, dove potrà seminare, coltivare e mietere per l’eternità:

Dimensione Noor (Ms Marvel)

“Intorno a noi ci sono Dimensioni che non possiamo vedere. Questa è una delle tante.”
“Ma che cos’è?”
“La casa di Aisha, connessa al nostro mondo ma nascosta dietro a un velo di Noor, che separa il nostro mondo dal loro.”

Una Dimensione che esiste parallelamente al piano terrestre, in modo simile alla Dimensione Specchio e alla Dimensione Astrale. Essa è il mondo di provenienza gli esseri che i popoli pakistani credono essere i Djinn delle leggende, di cui fanno parte i Clan Destine.

La natura della Dimensione Noor e di quella terrestre non sembrano compatibili, e risultano separate da un Velo di Noor, impedendo che esse si tocchino. La stessa energia Noor di cui è composta questa realtà non può essere utilizzata dai suoi abitanti nella Dimensione terrestre, ma solamente da coloro che sono nati in essa, sbloccabile dal bracciale appartenuta alla bisnonna di Kamala, Aisha.

Dove si potrebbe andare successivamente …

Ora, grazie soprattutto al ritorno in Casa Marvel dei Fantastici 4, degli X-Men, e più recentemente dei personaggi della “Saga dei Difensori“, si aprono le porte a nuove grandi possibilità narrative:

La Zona Negativa

La Dimensione composta di anti-materia, famosa per essere stata luogo di numerose avventure del Quartetto, dominata dal Annihilus, ma anche utilizzata come prigione durante la prima Civil War fumettistica:

La Hot White Room

La Dimensione in cui risiede la Forza Fenice, protagonista e antagonista insieme a Jean Grey della Saga di Fenice Nera:

Il Mojoverso

La Dimensione in cui risiede il folle presentatore televisivo inter-dimensionale Mojo, uno dei più bizzarri e storici nemici degli X-Men:

La Strada delle Streghe

Una dei tanti Piani magici, famosa per l’omonima run di James Robinson dedicata a Scarlet Witch:

K’un-Lun

La mitica città perduta in cui Danny Rand divenne Pugno d’Acciaio, e apparsa nella serie televisiva Iron Fist: