La DC ha annunciato We Are Robin, nuova serie scritta da Lee Bermejo e disegnata da Rob Haynes e Khary Randolph, che esordirà nel post-Convergence.
Questa nuova testata si concentrerà principalmente sul personaggio di Duke Thomas, un ragazzo afro-americano, che abbiamo già visto durante la saga Zero Year, mentre cercava di aiutare Bruce Wayne. Poker poi, in Endgame, gli uccide entrambi i genitori.

In una recente intervista a USA Today Bermejo, parlando di questa sua nuova opera, si è concentrato sulla possibilità di allargare il personaggio iconico di Robin oltre “teenager bianco sempre uguale e su quella di esplorare il tema della diversità”, come si intuisce dal titolo.

“Dopo i fatti di Ferguson [città del Missouri nella quale lo scorso 9 agosto 2014 è stato ucciso un diciottenne afroamericano, Michael Brown, da un agente della polizia, Darren Wilson], ci sono molti temi che credo andrebbero trattati e saranno trattati. Ci sono elementi di questo particolare momento che stiamo attraversando, e con storie come questa avrete la possibilità di discutere di certi argomenti e portarli all’interno dell’universo dell’Uomo Pipistrello in una maniera molto interessante”.

“È una cosa del tipo mettere un hashtag sul tuo account Twitter come un teenager e sentirsi come parte di qualcosa. È completamente diverso rispetto a cosa succede quando (la cosa) ti colpisce e devi lottare per quello in cui credi”.

We Are Robin esordirà il prossimo 24 giugno.

we_are_robin