Kevin Feige ed Amy Pascal ripercorrono la produzione di The Amazing Spider-Man e la decisione di fare un reboot nel MCU.

Nel corso di una recente intervista con il New York Times, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige e la produttrice Amy Pascal hanno discusso del franchise The Amazing Spider-Man con protagonista Andrew Garfield.

Dopo che Feige ha dato alcuni preziosi consigli per il secondo film, Amy Pascal ha deciso di chiedere il suo aiuto anche per lo sviluppo del terzo film:

È vero, ho chiamato Kevin e gli ho chiesto “aiuto”. Lui è venuto nel mio ufficio per pranzo e mi ha detto “non so come aiutarti”… ed io gli ho tirato un sandwich!

Feige ha quindi raccontato:

Mi ha detto “voglio davvero il tuo aiuto per questo film, abbiamo delle idee grandiose, sono davvero fantastiche. Io le ho detto “non sono bravo a dare consigli ed andarmene, sono soltanto capace di realizzare il film al posto vostro“.

Era un sandwich scadente, non ricordo di che tipo… ma non le è piaciuto il suggerimento!

Feige infatti ha proposto sin da subito alla Pascal di sviluppare un nuovo film nell’Universo Cinematografico Marvel, ma la produttrice (inizialmente) non ha accolto favorevolmente la proposta, in quanto era intenzionata a sviluppare un terzo film di The Amazing Spider-Man.

Alla fine Feige ha insistito, convincendo la Pascal a sviluppare il reboot ed a consolidare la collaborazione tra Marvel e Sony:

Poi Kevin mi ha chiamato nuovamente, è venuto a casa mia per dirmi “ho un’idea…e se Tony Stark realizzasse il costume di Peter?” Non appena mi ha detto questo, ho capito le enormi possibilità di una collaborazione. Avere Spider-Man e Iron Man nello stesso mondo, connessi dall’innovazione tecnologica e non dalla sperimentazione medica che ci aveva confinato in passato, mi è sembrato molto più moderno. Abbiamo lavorato duramente, ma guardate i risultati… decisamente fantastici, no?

Fonte