La timeline dei Marvel Studios è ben chiara, la programmazione comprende diversi cinecomic ognuno dei quali ha un percorso ben definito all’ interno di un disegno più grande. La programmazione (prevista sino al 2019) ha subito diverse variazioni dovute all’ entrata di scena del mitico Spider-Man, personaggio tanto sofferto per una questione di diritti, tuttavia, grazie agli ultimi accordi presi tra Marvel Studiosi e Sony, l’ eroe è potuto entrare a far parte del grande progetto stabilito dalla Casa delle Idee.

Ultimamente sono uscite delle dichiarazioni da parte di Feige, che spiegano il motivo per il quale non verrà scritturato un altro film che spiega le sue origini e rassicurando anche che a vestirne i panni sarà ancora il personaggio di Peter Parker e non quello di Morales ( l’ articolo lo potete trovare qui).

Feige, inoltre, in un’ intervista con Baddass Digest conferma il debutto dell’ eroe in Captain America: Civil War, spiegando che anche il ruolo all’ interno della timeline è stato già definito:

kevin_feige_marvel

“Per quanto ci piaccia programmare le cose con un certo anticipo, i nostri progetti sono abbastanza solidi da qui ai prossimi quattro o cinque anni. Tutta l’ansia dei Marvel Studios è sempre stata relativa a ‘Chi è ancora sotto contratto? Chi è ancora coinvolto?’. Piace a tutti progettare film sulla base di splendidi fumetti, ma bisogna considerare la vita e i desideri professionali delle persone che coinvolgiamo. E questa è stata la cosa più difficile da gestire. Per la prima volta da tanto tempo, però, è già tutto stabilito. È tutto stabilito fino al 2019. E ora possiamo finalmente concentrarci solamente sulla narrazione delle nostre storie. È tutto uguale a quello che abbiamo annunciato ad ottobre, con la sola aggiunta del nostro amichevole Uomo Ragno di quartiere”.