Zack Snyder torna a parlare della sua versione di Justice League, spiegando che aveva previsto il debutto di Desaad.

Justice League è uscito ormai da quasi 2 anni, ma nonostante ciò si parla ancora spesso del film e moltissimi fan continuano a sperare nella “Snyder Cut”, la versione originale prevista da Zack Snyder e fin troppo rimaneggiata dalla Warner Bros. dopo l’abbandono del regista.

Di teorie se ne sono fatte molte a riguardo, lo stesso regista nell’ultimo periodo ha rivelato molti dettagli sulla sua visione ed i fan ancora non hanno perso le speranze. Ancora oggi Snyder è molto attivo sui social, interagisce spesso con i suoi fan rivelando loro piccoli dettagli in merito alla sua versione dei film, come fatto recentemente con un suo follower.

Inizialmente il regista era intenzionato ad esplorare maggiormente la mitologia dei Nuovi Dei (che saranno protagonisti di un film diretto e scritto da Ava DuVernay insieme a Tom King) dato che aveva previsto l’introduzione di Desaad, uno dei più celebri consiglieri di Darkseid che supervisiona le sue operazioni su Apokolips.

Alla domanda “Nel trailer possiamo sentire Niente protettori, niente Lanterne, niente Kryptoniani, questo mondo cadrà come tutti gli altri. Steppenwolf parlava a Darkseid?” il regista ha infatti ammesso:

Steppenwolf parlava con Desaad.

Un indizio piuttosto chiaro sulla presenza del personaggio nel film, anche per un semplice cameo.

Questo si ricollega con le dichiarazioni di uno degli artisti VFX, che lo scorso anno ha spiegato di aver lavorato ad un look di Desaad decisamente più scheletrico, simile al Tristo Mietitore e con un lungo mantello.