Secondo l’autorevole THR, Joss Whedon si è scontrato Gal Gadot e Patty Jenkins, minacciando la carriera dell’attrice durante le riprese aggiuntive di Justice League.

Dopo anni di attesa, speranze, petizioni e finte smentite, lo scorso mese è uscita su Sky la Zack Snyder’s Justice League, film che mostra l’opera completa del regista senza i pesanti tagli imposti dalla Warner. Nel 2017 Snyder abbandonò infatti la regia di Justice League a causa di una tragedia  familiare e venne sostituito da Joss Whedon che, oltre a realizzare una versione pessima del film demolita dalla critica e dai fan, venne accusato da Ray Fisher e altri attori di comportamenti inopportuni e poco professionali sul set.

La scorsa estate, l’interprete di Cyborg ha spiegato infatti che Whedon ha trattato cast e crew del film in modo disgustoso, offensivo, non professionale e del tutto inaccettabile.

Della questione si è discusso a lungo in questi ultimi mesi ed ora l’attore ha finalmente deciso di raccontare tutto ciò che è successo sul set in un lungo approfondimento pubblicato da THR, che trovate interamente tradotto cliccando qui.

Fisher non è stato l’unico attore ad essersi lamentato del trattamento ricevuto sul set dei reshoot e Whedon si è scontrato con tutte le principali star del film, tra cui Jeremy Irons, Jason Momoa e Gal Gadot.

Una fonte affidabile di THR spiega che l’attrice israeliana ha esposto diversi dubbi sulla sceneggiatura di Whedon e sulla caratterizzazione di Diana, non coerente con quella del suo standalone.

Tra Whedon e Gal Gadot si è creata una tremenda frattura quando il regista ha obbligato l’attrice a recitare alcune frasi che lei non apprezzava, “minacciando la sua carriera e screditando Patty Jenkins” (regista dello standalone di Wonder Woman e del suo sequel).

Ray Fisher non si è espresso in merito, ma un altro testimone (rimasto anonimo) ha riferito all’investigatore assunto dalla Warner quanto segue:

Joss Whedon si è vantato di essere riuscito ad ottenere tutto con Gal Gadot. Le ha detto che essendo lui lo scrittore, lei doveva soltanto stare zitta e recitare le sue frasi, dato che aveva il potere di renderla incredibilmente stupida nel film.

Una fonte di THR spiega quindi che l’attrice e Patty Jenkins hanno letteralmente dichiarato guerra al regista, incontrando il presidente della divisione cinematografica Kevin Tsujihara per denunciare l’accaduto.

A riguardo, Gal Gadot ha rilasciato la seguente dichiarazione:

Ho avuto i miei problemi con Whedon e Warner Bros. li ha gestiti in modo tempestivo.

Con queste premesse, è chiaro il motivo per cui Whedon ha abbandonato il film su Batgirl.