Jon Bernthal non è certo un attore che si arrende di fronte alla prima difficoltà e lo ha dimostrato sul set della seconda stagione di The Punisher, in arrivo a gennaio 2019.

Nel corso di una recente intervista con Men’s Health, l’interprete di Frank Castle nell’MCU, Jon Bernthal, ha mostrato una profonda cicatrice sulla sua mano destra, spiegando di essersela procurata sul set di The Punisher 2.

Qui è dove mi sono rotto la mano il primo giorno di riprese durante la prima scena di combattimento di The Punisher 2. Continuavo a lottare, il secondo giorno mi sono strappato i legamenti, il terzo giorno li ho slogati e mi hanno dovuto operare.

Non è stato intelligente continuare a combattere con una mano rotta. Non proprio, magari avrei dovuto fermarmi. Però vedo le scene d’azione come incontri di pugilato. Non sono certo quello che si arrende.

Ma questa è la cosa peggiore che gli è successa durante le riprese? Non proprio. Lo stesso attore ha infatti spiegato di essere svenuto dopo un brutto colpo durante una scena di combattimento, mostrando inoltre diverse cicatrici sul braccio.

Bernthal ha quindi spiegato che le riprese di questa stagione lo hanno tenuto lontano a lungo dalla sua famiglia, il motivo principale per cui svolge questo lavoro:

So che questa carriera prima o poi finirà, un giorno il telefono non squillerà più. Ho la responsabilità di prendermi cura della mia famiglia, ma è dura, questo lavoro mi allontana dalle persone che amo.

L’attore ha infine aggiunto che tutta la rabbia ed il dolore per essere lontano dalla sua famiglia gli hanno dato la forza di calarsi al meglio nei panni di Frank Castle.