Joaquin Phoenix vince il suo primo premio Oscar grazie alla sua interpretazione di Joker!

Joker di Todd Phillips ha fatto ampiamente discutere sin dalla sua uscita a ottobre 2019, raggiungendo il traguardo del miliardo di dollari al box office (record assoluto per una pellicola vietata ai minori), convincendo appieno il pubblico, che hanno lodato l’interpretazione di Joaquin Phoenix.

In questi ultimi mesi l’attore ha trionfato in diversi premi cinematografici come i SAG Awards, i Golden Globe, i BAFTA e i Critics’ Choice Awards ed in nottata il suo lavoro per Joker è stato riconosciuto anche dall’Academy Awards, che lo ha premiato con il premio Oscar al miglior attore protagonista!

Si tratta della prima vittoria agli Oscar per Joaquin Phoenix dopo le 3 nomination per Il Gladiatore nel 2001 (come attore non protagonista), nel 2006 per Walk the Line (come miglior attore protagonista) e nel 2013 per The Masters (come miglior attore protagonista).

Di seguito il discorso dell’attore, che ha  lanciato un appello a lottare a favore “dei diritti contro ogni forma di diseguaglianze di genere”.

Sono così pieno di gratitudine in questo momento. Non sento di essere migliore rispetto agli altri attori nominati o a chiunque altro in questa stanza perché condividiamo lo stesso amore per il cinema. E questa forma di espressione mi ha regalato una vita incredibile. Non so dove sarei senza il cinema. Ma penso che il dono più grande che ha dato a me e a molti di noi sia l’opportunità di usare la nostra voce per chi non può farlo. Ho pensato a lungo ad alcune delle questioni pressanti che fronteggiamo come collettività.

Penso a volte che sentiamo o ci fanno sentire che lottiamo per cause diverse. Ma per quanto mi riguarda, vedo condivisione. Penso che, sia che parliamo di disuguaglianza di genere o razzismo o diritti Lgbt o diritti degli indigeni o degli animali, stiamo parlando della lotta contro l’ingiustizia. Stiamo parlando della lotta contro l’opinione che una nazione, un popolo, una razza, un genere, una specie, ha il diritto di dominare, usare e controllare un’altra con impunità.

Penso che siamo diventati davvero sconnessi dal mondo naturale. Molti di noi sono colpevoli di una visione del mondo egocentrica. Crediamo di essere al centro dell’universo. Andiamo nella natura e la deprediamo per le sue risorse. Ci sentiamo in diritto di inseminare artificialmente una mucca e di rubare il suo bambino, anche se le sue grida di angoscia sono inconfondibili. E poi le prendiamo il latte fatto per il suo vitello e lo mettiamo nel suo caffè e nei nostri cereali.

Temiamo l’idea di cambiamento personale  perché pensiamo che dobbiamo sacrificare qualcosa, rinunciare a qualcosa. Ma gli esseri umani al loro meglio sono creativi e ricchi di immaginazione, e possiamo creare, sviluppare e applicare sistemi di cambiamento benefici per tutti gli esseri senzienti e l’ambiente

Sono stato una canaglia per tutta la mia vita, sono stato egoista. A volte sono stato crudele, è stato difficile lavorare con me, e sono grato che molti di voi in questi stanza mi abbiano dato una seconda possibilità. Penso che è quello che succede quando siamo al meglio: quando ci sosteniamo l’un l’altro. Non quando ci cancelliamo a vicenda per i nostri sbagli passati, ma quando ci aiutiamo per crescere. Quando ci educhiamo a vicenda, quando ci guidiamo a vicenda verso la redenzione.

Prima di lasciare il palco accompagnato da una standing ovation, ha citato commosso una frase del compianto fratello River Phoenix quando aveva 17 anni: “corri verso il rifugio con amore e la pace seguirà.