Joe Quesada lascia la Marvel Comics dopo ventidue anni di collaborazione, ecco la lettera di addio pubblicata dal fumettista sui social!

Questo pomeriggio Joe Quesada, celebre fumettista che ha contribuito al successo della Casa delle Idee in un periodo particolarmente delicato per la casa editrice dal punto di vista finanziario grazie al suo lavoro su Daredevil e i Marvel Knights, ha annunciato tramite i social il suo ritiro dalla compagnia. Quesada venne nominato Editor-in-Chief della Marvel Comics nel 2000 – ruolo che lasciò nel gennaio 2011 ad Axel Alonso – e successivamente Chief Creative Officer di Marvel Entertainment nel 2010 prima che il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige assumesse la sua posizione.

Quesada, inoltre, ha fatto parte dell’ormai defunto Marvel Creative Committee (Comitato Creativo Marvel, un gruppo istituito da Isaac “Ike” Perlmutter e composto da diversi fumettisti incaricati di riscrivere le sceneggiature dei film e di fornire alcune dritte per “migliorare” la caratterizzazione dei villain) per tutti i progetti del Marvel Cinematic Universe da Iron Man (2008) ad Ant-Man (2015) ed è stato produttore esecutivo di tutte le serie di Marvel Television tra cui Agents of S.H.I.E.L.D., Agent Carter, Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage, Agents of S.H.I.E.L.D.: Slingshot, Iron Fist, The Defenders, Inhumans, The Punisher, Runaways, Cloak & Dagger e Helstrom.

Joe Quesada

Di seguito trovate la lettera pubblicata da Quesada sul suo profilo Twitter:

“Ehi, Vero Credente!

Hai un secondo? Ho qualcosa da condividere con te.

Quando entrai per la prima volta nel mondo dei fumetti, il mio obiettivo era creare i miei personaggi, le mie storie e i miei universi. Poi, un giorno, la Marvel mi fece un’offerta che cambiò la direzione della mia vita. Ma negli ultimi tempi ho pensato sempre più spesso alla mia strofa preferita di Little Gidding di T.S. Eliot: ‘Noi non cesseremo l’esplorazione / e la fine di tutto il nostro esplorare / sarà giungere laddove noi siamo partiti / e conoscere quel posto per la prima volta.

È per questo che è sia entusiasmante che agrodolce che, dopo molte discussioni con la mia famiglia e la mia famiglia alla Marvel, dopo più di due decenni (è davvero passato così tanto tempo?), sia arrivato il momento per me di andare avanti. Come potete immaginare, il mio amore per la compagnia, i suoi personaggi e tutti i miei colleghi ha radici profonde ma ho un nuovo emozionante capitolo della mia vita che sta per iniziare, quindi questo sembrava il momento giusto.

Nell’agosto del 2000, la Marvel si prese un grosso rischio con me fidandosi di me e affidandomi le chiavi del loro Universo ed è stata la cosa di maggior supporto per me da allora. Durante quel periodo, ho avuto la grande fortuna di salire sulle spalle dei giganti, nessuno più ampio dei miei predecessori e mentori, il miglior team editoriale sul mercato, la mia famiglia di colleghi e i creatori più talentuosi della Terra che si sono fidati di me, soprattutto nei primi giorni quando sembrava che stessi vendendo dei biglietti sul Titanic. Grazie a TUTTI per aver condiviso i vostri talenti e aperto i vostri cuori e le vostre anime in ogni progetto. È stato un onore lavorare con voi, e spero di rifarlo di nuovo.

Ora, non significa che vi sbarazzerete di me tanto facilmente. Non andrò molto lontano, tiferò per la mia famiglia Marvel e contribuirò di tanto in tanto, inclusa una cosa per cui sono emozionato in arrivo nella parte finale dell’anno. Ho anche diversi progetti incredibilmente interessanti di cui sentirete parlare nei prossimi mesi, incluso un breve film indipendente che sto scrivendo e dirigendo. Restate aggiornati!

È stato un viaggio fantastico, e sono grado di aver fatto parte della storia della Marvel, dalle stalle alle stelle, e sono soddisfatto di aver completato il lavoro per cui venni ingaggiato ventidue anni fa (seriamente, come passa il tempo?). Ma nulla di tutto questo sarebbe successo senza una persona molto importante.

TU!

Io e la mia famiglia vogliamo ringraziarti dal profondo dei nostri cuori. Senza il tuo amore e il tuo supporto, non saremmo stati in grado di intraprendere questa folle avventura e spero che ti unisca a noi nella prossima.

Ti prometto che sarà FANTASTICO!”

Durante la sua lunga collaborazione con la Marvel, Joe Quesada ha supervisionato numerosi progetti tra cui la controversa storia di Spider-Man intitolata “Soltanto un altro giorno” che cancellò il matrimonio di Peter Parker e Mary Jane Watson dalla continuity dell’Universo Marvel. Il fumettista si è occupato anche della linea Marvel MAX, nella quale rientrano i fumetti Marvel realizzati per un pubblico adulto e maturo e destinati alla distribuzione diretta. Gli albi della linea MAX, distribuiti solo nel circuito librario e delle fumetterie specializzate, non presentano né il logo della Marvel né il marchio del Comics Code Authority. Il progetto ha riscosso un certo successo, anche grazie al contesto pseudo-realistico in cui vengono calati i protagonisti, privi dei tradizionali costumi colorati, alla violenza e al linguaggio scurrile.