Nel corso di una nuova intervista, il regista di Aquaman James Wan ha parlato del film, concentrandosi sullo sviluppo degli atlantidei e del loro sistema di comunicazione:

“Questi personaggi avranno l’acqua nei polmoni ma non ci saranno bolle d’aria. Quindi non so, penso solo che nel mio film vorrei sperimentare Mi piace l’idea della comunicazione subacquea attraverso una vera e propria sorta di sonar, simile al suono che fanno le balene. Anche se si tratterebbe di un linguaggio più umano, c’è questa piccola specie di sottofondo, questo ping; e penso sia interessante progettare un nuovo tipo di tonalità

Proseguendo l’intervista, Wan ha dichiarato che il lavoro di Geoff Johns con Aquaman è un qualcosa che ha davvero adorato, un punto fermo della sceneggiatura. Il regista non ha potuto confermare Black Manta come villain del film, ha ha rivelato alcuni dettagli interessanti sul ruolo del personaggio nella Justice League, paragonandolo a Wolverine:

In un certo senso lo vedo più come il Wolverine del gruppo. Un estraneo che viene trascinato in un mondo a cui non vuole appartenere. Questo tipo di situazioni sono adatte con questo personaggio. Si tratta di un supereroe riluttante no? Lui sarà un Re riluttante, in fondo, o aspirante re.