James Gunn rompe il silenzio sulla presenza di Kevin Bacon in ‘Guardiani della Galassia Holiday Special’ e ‘X-Men: L’inizio’

James Gunn ha rotto il silenzio sulla presenza di Kevin Bacon in ‘Guardiani della Galassia Holiday Special’ e in ‘X-Men: L’inizio’.

Il 25 novembre è uscito su Disney+ Guardiani della Galassia: Holiday Special, uno speciale natalizio scritto e diretto da James Gunn e ispirato allo storico Star Wars: The Holiday Special, in cui Drax (Dave Bautista) e Mantis (Pom Klementieff) torneranno sulla Terra per fare un regalo a Star-Lord (Chris Pratt).

Nel corso di un’intervista promozionale con Variety, James Gunn ha parlato a ruota libera del suo lavoro su Guardiani della Galassia Holiday Special e del coinvolgimento di Kevin Bacon. Malgrado Bacon abbia interpretato Sebastian Shaw in X-Men: L’inizio (2011), il regista ha spiegato che il suo precedente ruolo nella saga cinematografica degli X-Men non è mai stato oggetto di discussione con Kevin Feige, aggiungendo che l’attore potenzialmente potrebbe interpretare un altro personaggio nel Marvel Cinematic Universe in futuro:

Variety: “Una domanda molto nerd: tu e Kevin Feige avete discusso di come questo speciale avrebbe precluso a Kevin Bacon la possibilità di interpretare un personaggio nell’MCU? O avete parlato del fatto che ha interpretato un villain in ‘X-Men: L’inizio’ e quel film apparentemente fa’ parte del Multiverso Marvel?”

Gunn:No, non ne abbiamo parlato. Una delle cose che mi ha colpito del modo in cui Kevin Feige gestisce l’MCU è che ciò che conta è il progetto proprio di fronte a lui. Potresti avere un piano su come vuoi fare una determinata cosa in futuro, ma rovina il progetto che è proprio di fronte a te, allora non funziona. La cosa migliore per lo speciale natalizio era Kevin Bacon, e se Kevin Bacon dovesse intepretare un altro personaggio nell’MCU un giorno, non ha alcuna importanza. Non è reale. Niente di tutto questo è reale. Era la persona perfetta da ingaggiare per il ruolo di Kevin Bacon. Se avessimo dovuto ingaggiare John Schneider come Kevin Bacon, non avrebbe funzionato allo stesso modo.”