James Gunn

James Gunn rompe il silenzio sul possibile reboot DC “continueremo con ciò che ha funzionato e correggeremo gli errori fatti”

Il presidente DC, James Gunn, risponde alle preoccupazioni dei fan sul possibile reboot DC, quietando gli animi, ma causando curiosità.

In nottata, The Hollywood Reporter ha pubblicato un nuovo approfondimento sul futuro dell’universo DC, spiegando che James Gunn e Peter Safran presenteranno la prossima settimana i loro piani al presidente di Warner Bros. Discovery, David Zaslav.

L’articolo parlava della possibilità di arrivare ad un vero e proprio reboot, in seguito alla cancellazione dei piani per il nuovo film dedicato a Wonder Woman, gettando nel panico gli appassionati riguardo la possibile dipartita dai futuri progetti di nomi come Henry Cavill per Superman, e non solo.

A tranquillizzare la situazione arriva il diretto interessato: James Gunn, il quale ha rilasciato una serie di Tweet sul suo profilo Twitter, per commentare la situazione, dichiarando quanto segue:

Allora. Riguardo la storia di ieri sull’Hollywood Reporter, parte di essa è vera e parte di essa non lo è, per il resto parliamo di cose che ancora non abbiamo deciso se saranno vere o meno.
Per quanto questo primo mese alla DC sia stato fruttuoso, costruire un piano per i prossimi dieci anni di storie è un’attività che prende del tempo, e siamo solo all’inizio.

Peter ed io abbiamo scelto di essere a capo dei DC Studios, sapendo che ci saremmo trovati in un ambiente incasinato, sia per via delle storie raccontate, che per il pubblico stesso, tenendo in conto che ci sarebbe stato un inevitabile periodo di transizione nel muoverci verso raccontare una storia coesiva attraverso i film, la TV, l’animazione ed i videogiochi.

Ma, infine, gli svantaggi dovuti da quel periodo di transizione sono risultati irrisori rispetto alle grandi opportunità e possibilità creative, derivate dal continuare a lavorare su ciò che ha già funzionato per la DC, aiutando a rettificare gli errori compiuti.

Sappiamo che non riusciremo a rendere felice ogni persona ad ogni passo che faremo, ma possiamo promettervi che cercheremo di fare tutto ciò che è in nostro potere per rimanere al servizio della STORIA e dei PERSONAGGI DC, che sappiamo amate e che noi amiamo a nostra volta da tutta la vita.

Per quanto riguarda ulteriori risposte sul futuro del DCU, dovrò tristemente chiedervi di aspettare. Stiamo cercando di dare a questi personaggi e alle loro storie il tempo e l’attenzione che meritano, e noi per primi abbiamo ancora molte domande da porre ed a cui rispondere.

Una dichiarazione che chiarisce la volontà di Gunn di non creare un vero e proprio reboot a tutto tondo, ma probabilmente di muoversi in una direzione nuova, raccontando storie tramite nuovi personaggi e utilizzando quelli che in passato hanno già dato i loro frutti, o che potenzialmente possono dare ancora alla narrativa.

Il Presidente non ha specificato ovviamente il suo piano, ma tenendo conto delle parole usate e del tono, assieme alla sua grande volontà di creare qualcosa che possa (ovviamente) essere seguito dagli appassionati, attraendone ovviamente di nuovi, possono solo far pensare ad un approccio non particolarmente estremo, ma sicuramente ragionato.