James Cameron voleva produrre un film sugli X-Men negli anni ’90 con Kathryn Bigelow alla regia

James Cameron voleva produrre un adattamento cinematografico sugli X-Men negli anni ’90 con Kathryn Bigelow alla regia.

Nel libro With Great Power: How Spider-Man Conquered Hollywood during the Golden Age of Comic Book Blockbusters, scritto da Sean O’Connell (direttore generale di CinemaBlend) e contenente una dettagliata ricostruzione di tutte le trasposizioni dell’Uomo Ragno, sono stati raccolti numerosi retroscena inediti sugli adattamenti mai realizzati dedicati all’arrampicamuri e sui primi tentativi di Hollywood di produrre film sui supereroi Marvel, tra cui gli X-Men.

In un passaggio del terzo capitolo del libro – che abbiamo acquistato e che stiamo analizzando pagina per pagina – è stato ricordato che tra la fine degli anni ’80 e gli inizi degli anni ’90 Chris Claremont, una delle figure più importanti della storia del fumetto supereroistico e autore di storie come La Saga della Fenice Nera, Giorni di un Futuro Passato e una delle run più apprezzate su Wolverine, iniziò lavorare ad un adattamento cinematografico degli X-Men. La sceneggiatura sarebbe stata revisionata da Gary Goldman che, oltre ad aver scritto Aliens: Scontro Finale, aveva lavorato a Grosso guaio a Chinatown di John Carpenter.

Claremont presentò il trattamento del film al leggendario James Cameron, che decise di produrre il progetto affidando la regia a Kathryn Bigelow, all’epoca sua moglie. Come spiegato da O’Connell nel libro, il regista di Titanic aveva capito che il potenziale delle proprietà intellettuali della Marvel era letteralmente sprecato nelle mani del regista e produttore Menahem Golan della Cannon Films, definendo i film realizzata dalla compagnia come “immondizia a basso budget“. Il film, stando a quanto emerso nel tempo, avrebbe visto Wolverine come protagonista – per la parte era stato considerato Bob Hoskins – e avrebbe incluso Tempesta, interpretata da Angela Bassett (Ramonda nel Marvel Cinematic Universe):

“Prima che mettesse le sue mani sull’arrampicamuri, Cameron girò intorno all’idea di produrre il primo adattamento dei fumetti degli X-Men pubblicati dalla Marvel, che la sua moglie di allora, Kathryn Bigelow, regista di Point Break e di Zero Dark Thirty, avrebbe diretto.”

“Lo sceneggiatore veterano dei fumetti degli X-Men Chris Claremont ricorda di essere andato con Stan Lee agli uffici di produzione di Cameron alla Lightstorm Entertainment nel 1990 per proporre al regista di blockbuster il trattamento per un film sugli X-Men. La proposta aveva una bizzarra connessione con su Spider-Man di Joe Zito mai realizzato alla Cannon, mentre Claremont aveva immaginato il robusto Bob Hoskins nel ruolo di Wolverine. Angela Bassett, invece, era stata considerata per il ruolo di Tempesta, la mutante in grado di manipolare il clima.”

Cameron, inoltre, voleva includere nel film Jean Grey, una delle mutanti più importanti e più affascinanti a livello psicologico delle storie degli X-Men Considerando che il personaggio era morto nei fumetti in seguito agli eventi della Saga della Fenice Nera, Claremont dovette contattare Jim Shooter, ai tempi Editor-in-Chief della Casa delle Idee, per valutare la possibilità di resuscitare Jean in vista della sua inclusione nel film prodotto da Cameron.

Nel 2012, durante un panel alla Columbia University, Chris Claremont raccontò nel dettaglio l’incontro tra Stan Lee e James Cameron, spiegando per quale motivo il film sugli X-Men alla fine non vide mai la luce:

Pensateci per un minuto: gli X-Men di James Cameron. Diretto da Kathryn Bigelow. È con questo che stavamo giocando. E ad un certo punto Stan [Lee] si rivolse a Cameron e disse ‘Ho sentito che ti piace Spider-Man.’ Gli occhi di Cameron si illuminarono. E iniziarono a parlare. E parlare. E parlare. Dopo circa 20 minuti, io e tutte le persone alla Lightstorm ci guardammo l’un l’altra. Sapevamo che il film sugli X-Men era appena evaporato.”

Ricordiamo che X-Men (2000), diretto da Bryan Singer, vede nel cast Hugh Jackman (James “Logan” Howlett/Wolverine), Patrick Stewart (Charles Xavier/Professor X), Ian McKellen (Erik Lehnsherr/Magneto), Famke Janssen (Jean Grey), James Marsden (Scott Summers/Ciclope) Halle Berry (Ororo Munroe/Tempesta), Anna Paquin (Rogue), Rebecca Romijn (Raven Darkhölme/Mystica), Tyler Mane (Sabretooth), Ray Park (Toad) e Bruce Davison (Senatore Robert Kelly).

Questa la sinossi ufficiale:
In un mondo futuro i bambini nascono con un fattore speciale nei geni, il Gene-X, che li rende mutanti e conferisce loro poteri speciali. Il senatore Robert Kelly semina intolleranza e pregiudizio nei confronti di questi esseri scontrandondosi con il Professore Charles Xavier che cerca di fermare l’odio nei loro confronti. Per opporsi a Magneto, un mutante a cui è stata uccisa per mano dei nazisti l’intera famiglia e che ora nutre un desiderio di vendetta nei confronti dell’umanità, Xavier crea un gruppo speciale di mutanti, gli X-Men.