Il team dei VFX di Iron Man 3 ha ricreato digitalmente Aldrich Killian (Guy Pearce) nel finale per far fronte ad un problema con l’attore.

Nonostante l’incredibile successo al box-office di tutto il mondo, Iron Man 3 (2013) di Shane Black è senza dubbio uno dei film più controversi del Marvel Cinematic Universe non solo per il colpo di scena sul falso Mandarino ma anche per i vari cambiamenti apportati alla sceneggiatura durante lo sviluppo. A distanza di anni dall’uscita del film, è stato svelato un retroscena inedito riguardante il personaggio di Aldrich Killian.

Nel corso di una recente intervista con Wren Weichman e Niko Pueringer del canale YouTube Corridor Crew, Sean Walker, supervisore dei Weta Digital VFX, ha svelato che quando Guy Pearce tornò sul set del film per alcune riprese aggiuntive l’attore si presentò con la barba per via della sua partecipazione ad altri progetti. Per far fronte a questo problema, i Marvel Studios proposero di incollare la barba sotto il volto di Pearce prima di rimuovergli in CGI i peli in determinate scene, anticipando per certi versi quello che sarebbe successo con i baffi di Henry Cavill per Justice League (2017). Come spiegato da Walker, tuttavia, alla fine lo studio decise di creare un modello interamente digitale di Drew Pearce curato nei minimi dettagli per la scena in cui il personaggio esclama “Io sono il Mandarino!” nel finale:

Sean Walker:Guy Pearce stava lavorando ad altre serie, aveva mezza barba e pensarono di incollargli la barba sotto la faccia.”

Wren Weichman: “Cosa?! Aspetta, aspetta. Mi stai dicendo che questa scena è stata girata durante i pick-up ma che [Pearce] stava lavorando ad un altro progetto? È uno scenario simile ai baffi di Superman. E hanno pensato… ‘Va bene, allora cancelliamogli la barba, così aiuterà se facciamo il contorno della barba più piccolo incollandogliela sulla sua faccia?’ È piuttosto intelligente in un certo senso.”

Niko Pueringer: “È stato d’aiuto?”

Walker: “No… È un personaggio interamente digitale… Sì, al 100%.”

Weichman: “Ad un certo punto aveva più senso farlo in quel modo, soprattutto per quel momento [il finale] in cui si sta lentamente decomponendo.”

Walker: “Giusto. Penso che l’effetto dei pezzi che si staccano dal suo corpo sia bellissimo. È davvero fantastico.”

Pueringer: “Non riesco a immaginare come sia stato creare un essere umano digitale di quella qualità e di quel calibro per soli 5 secondi di scena.”

Iron Man 3

Ricordiamo che Iron Man 3 (2013), scritto da Drew Pearce e diretto da Shane Black, vede nel cast Robert Downey Jr. (Tony Stark/Iron Man), Gwyneth Paltrow (Pepper Potts), Don Cheadle (James “Rhodey” Rhodes/Iron Patriot), Guy Pearce (Aldrich Killian), Rebecca Hall (Maya Hansen), Ty Simpkins (Harley Keener), Jon Favreau (Happy Hogan), Ben Kingsley (Trevor Slattery/Mandarino) e James Badge Dale (Eric Savin).

SINOSSI
Dopo aver salvato New York dalla distruzione in The Avengers ed essere rimasto da allora insonne e preoccupato, Tony Stark (Robert Downey Jr.) rimane senza armatura e deve lottare contro le sue paure interiori per sconfiggere il suo nuovo nemico, il Mandarino.