Lo showrunner Doug Petrie (Daredevil) propose a Marvel Television una versione progressista di Iron Fist con un Danny Rand asiatico.

Durante un panel virtuale organizzato su YouTube per supportare il movimento #SaveDaredevil, l’attore Tom Walker, interprete di Francis nella prima stagione di Daredevil, ha rivelato che lo showrunner Doug Petrie propose a Marvel Television una versione progressista di Iron Fist che avrebbe visto un Danny Rand asiatico-americano o addirittura di razza mista.

Stando a quanto spiegato da Walker, la divisione televisiva della Casa delle Idee guidata da Jeph Loeb bocciò la proposta di Petrie nonostante gli insistenti sforzi dei fan e di varie petizioni di avere un attore di origini asiatiche nel ruolo del Protettore di K’un-Lun al posto del britannico Finn Jones:

“Un mio caro amico, Doug Petrie, lo showrunner della seconda stagione di Daredevil, ha lavorato alla prima stagione come sai ed è stato produttore esecutivo di The Defenders. Penso di poterlo dire tranquillamente. [Petrie] propose delle bozze brillanti per Iron Fist molto prima che la serie entrasse in produzione…. ma avrebbe seguito una direzione troppo riflessiva e progressista per l’epoca.”

Ricordiamo che allo stato attuale non ci è dato sapere quale sarà il futuro di Iron Fist sullo schermo ma, considerando che i Marvel Studios rientreranno in possesso dei diritti degli eroi Netflix a partire dal prossimo ottobre (una volta scaduta la restrizione sui due anni successivi alla cancellazione delle serie), è altamente probabile che assisteremo ad un reboot del personaggio nell’Universo Cinematografico Marvel.

Iron Fist

SINOSSI
La seconda stagione seguirà la trasformazione di Danny, un personaggio che è un pesce fuor d’acqua arrivato in un nuovo mondo che non gli appartiene, combattendo per capire chi è. In questa stagione, Danny ha promesso che con la scomparsa di Matt Murdock, sarà lui a proteggere la città. Ma un sinistro colpo di scena minaccia la sua stessa identità e dovrà conquistare i suo nemici per proteggere la città e le persone che tiene vicine al suo cuore.

Fonte