Da quando la partnership Marvel-Sony era solo una ipotesi, i rumor lanciati in rete sono stati tra i più vari, a partire dal presunto interesse verso Logan Lerman e Dylan O’Brien ( per lanciare una versione dell’ Uomo Ragno teenager) a questa di oggi, che ci riporta Jeff Sneider di The Wrap:

“Non sarà bianco. Non sarà bianco. Ne sono sicuro al 95%. Sarà molto probabilmente nero. Potrebbe anche essere latino, ma al 95% non sarà bianco”.

Questo significherebbe che la nuova versione di Spider-Man potrebbe essere Miles Morales e non Parker. Per chi non conoscesse il personaggio fa parte dell’ universo Ultimate e nasce dopo che [* SPOILER se non avete letto il fumetto saltate alla riga successiva]  Parker muore per mano di Osborn.

Morales è stato ideato da Brian Bendis e disegnato da Sara Pichelli, come potete vedere nell’ immagine a seguire, il costume è differente da quello classico. Se effettivamente la partnership decidesse di creare un franchise intorno a questo personaggio, non sarebbe una mossa del tutto illogica, dato che si creerebbe una situazione ove si parte effettivamente da zero, senza contare il fatto che questo aiuterebbe a rialzarsi dopo la figuraccia fatta ‘grazie’ alle mail razziste uscite dall’ attacco hacker. Ma quanti di noi fan del ragnetto saremmo disposti a vederlo con un alter-ego che non sia Parker?

AGGIORNAMENTO

Lo stesso Jeff Sneider, dopo il tanto clamore che hanno causato le sue parole, ha spiegato che si tratta solo di rumor molto inconsistenti al momento, e che finchè non ne scriverà una notizia su The Wrap, queste informazioni non saranno concrete:

“La scriverei se avessi delle informazioni concrete, per ora sono solo voci. Finché non è un articolo di The Wrap, i miei tweet sono da considerarsi puro gossip.”

peter_parker_and_miles_morales_by_alienkid12-d5jftsv

Possiamo anche dire che ci sta già chi si è offerto per interpretare il personaggio, parliamo di Donald Grover che si è candidato per il ruolo, anche se purtroppo per lui potrebbe non andare a buon fine vista l’ enorme differenza d’ età tra il personaggio originale e l’ attore. E’ essenziale (sempre se i rumor effettivamente si rivelassero veri) che si scelga un attore a cui il personaggio calzi perfettamente, per via della novità che potrebbe lasciare evidenziare l’ enormi differenze che passano tra Miles e Peter. Per questo non crediamo che Glover, per quanto sia un professionista affermato e capace, non potrebbe mai calarsi nel ruolo di un ragazzino di 13 anni.