Il regista de ‘Il gatto con gli stivali 2’ ha spiegato in che modo ‘Spider-Man: Un Nuovo Universo’ ha influenzato il film animato.

Nel 2018 Spider-Man: Un Nuovo Universo è stato consacrato all’unanimità dai fan come il miglior lungometraggio dedicato al Tessiragnatele non solo per la rivoluzionaria tecnica di animazione brevettata dalla Sony Pictures Animation ma anche per l’amore che gli sceneggiatori e i registi della pellicola nutrono per il personaggio, aggiudicandosi un Golden Globe e un Premio Oscar per il Miglior film d’animazione.

Nel corso di un’intervista con SFX Magazine (via Slash Film), Joel Crawford, regista del recente Il gatto con gli stivali 2 – L’ultimo desiderio, ha parlato a ruota libera dei film animati in CGI e del loro impatto sull’industria dell’animazione. Dopo aver svelato che Spider-Man: Un Nuovo Universo ha fortemente influenzato la pellicola, Crawford ha spiegato che dal suo punto di vista il film animato ha dimostrato che il pubblico non è più interessato ad un’animazione in CGI realistica, permettendo una maggiore creatività stilistica:

Penso che Spider-Man: Un Nuovo Universo abbia fatto capire all’industria dell’animazione mainstream che il pubblico non vuole soltanto un film in CGI che sembra totalmente in CGI. Ricordo che sul primo Shrek ci fu una vera e propria ricerca del realismo, era impressionante quello che i computer potevano creare… Tutti pensavamo ‘Wow, si vedono i peli sulle braccia!'”

Ricordiamo Spider-Man: Un Nuovo Universo (2018), diretto da Bob Persichetti, Peter Ramsey, Rodney Rothman e scritto da Phil Lord e Rodney Rothman, vede nel cast Shameik Moore (Miles Morales), Jake Johnson (Peter B. Parker), Hailee Steinfeld (Spider-Gwen), Nicolas Cage (Spider-Man Noir), John Mulaney (Spider-Ham), Kimiko Glenn (Peni Parker) e Liev Schrieber (Wilson Fisk/Kingpin).

Questa la sinossi ufficiale:
Spider-Man: Un Nuovo Universo racconta le vicende del teenager di Brooklyn Miles Morales e delle infinite possibilità del Ragnoverso, dove più di una persona può indossare la maschera. Una visione fresca di un nuovo Spider-Man con uno stile visivo innovativo e unico nel suo genere.