Il Punitore potrebbe funzionare nel contesto PG-13 e family-friendly del Marvel Cinematic Universe? Ecco la risposta di Jon Bernthal.

Dopo essere stato introdotto nel 2016 nella seconda stagione di Marvel’s Daredevil, Jon Bernthal ha interpretato il personaggio di Frank Castle alias il Punitore nelle due stagioni di Marvel’s The Punisher, andate in onda su Netflix tra il 2017 e il 2019. Il rilevamento di Marvel Television da parte dei Marvel Studios e la repentina chiusura del progetto Difensori sulla piattaforma streaming Netflix, hanno fatto sì che il Punitore non avesse ulteriori storie, nonostante il buon successo ottenuto. A più riprese, il pubblico chiede e spera di poter rivedere il Punitore in azione in un futuro progetto dell’MCU, interpretato ancora una volta da Jon Bernthal.

Nel corso di un’intervista con l’Hollywood Reporter, Jon Bernthal è tornato a parlare della possibilità di interpretare Frank Castle nel contesto PG-13 e family-friendly dell’Universo Cinematografico Marvel. Dopo aver espresso il suo profondo amore per il ruolo, l’attore ha ammesso che edulcorare il Punitore significherebbe snaturare il personaggio:

THR: “Ora la Marvel ha aperto il Multiverso. Quindi qualsiasi estensione della Marvel può collegarsi all’MCU, a prescindere che si tratti di delle serie Netflix o dei film di Spider-Man di Sam Raimi. Pensi che la tua versione di Frank Castle funzionerebbe in PG-13, nel contesto da action-comedy del Marvel Cinematic Universe?”

Bernthal:Quel personaggio, in particolare, ha un significato davvero, davvero profondo e reale per me, ha una grande risonanza in me. È davvero nel mio cuore, amico. È davvero nelle mie ossa. Sono enormemente protettivo nei confronti di quel personaggio. Ho già detto in passato che per me non c’è niente di più importante in questo mondo di mia moglie e dei miei figli, e solo quando capisci quel tipo di amore e cosa significhi morire volontariamente per qualcuno, ti rendi conto di come sarebbe se qualcuno te li portasse via. È una strada, un’oscurità e una rabbia che mi spaventa davvero e che mi porta in posti da cui ho cercato di allontanarmi negli ultimi 20 anni. Perciò sono stato davvero grato, rispettoso e stanco dei posti in cui mi ha portato quel ruolo e del mondo in cui ho dovuto vivere. Detto questo, è lì che quel personaggio deve stare. Deve esserci un livello di oscurità. Penso che se ci fosse una chiave di lettura più indulgente e mite [del Punitore], sarebbe un pessimo servizio nei confronti del personaggio, di ogni iterazione del personaggio, di ogni fumetto che è stato pubblicato in passato e di tutti gli incredibili fan di quel personaggio. Questo personaggio significa molto per le persone nell’esercito. Quindi, come ho detto prima, non si tratta di utilizzare il personaggio bensì di farlo nel modo giusto. Mi interessa solo farlo bene.”

Punitore Jon Bernthal

SINOSSI
L’ex marine divenuto vigilante Frank Castle (Jon Bernthal) ha vissuto una vita tranquilla per strada fino a quando improvvisamente non viene coinvolto nel tentato omicidio di una giovane ragazza (Giorgia Whigham). Naturalmente l’uomo è incuriosito dal mistero che la circonda e da coloro che sono alla ricerca delle informazioni che custodiva la ragazza. Castle pertanto, si segna un nuovo bersaglio sulla schiena perché nuovi e vecchi nemici lo costringono a confrontarsi con sé stesso, ad accettare il suo destino e ad abbracciare definitivamente la vita nei panni di The Punisher.

Fonte