Bob Greenblatt, il presidente di HBO Max, spiega che non è stato minimamente facile arrivare all’annuncio della Snyder Cut e le discussioni sono iniziate lo scorso anno.

Come ben saprete Justice League del 2017 ha avuto una produzione a dir poco travagliata: dopo l’abbandono di Zack Snyder per una tragedia familiare, la Warner Bros. ha ingaggiato Joss Whedon ed ha rimaneggiato completamente la versione originale del regista in pochi mesi, senza rinviare il film e tagliando gran parte di esso. Per anni Warner Bros. ha sempre smentito una possibile uscita della versione originale del regista, ma in questi ultimi giorni sono emersi diversi rumor su un possibile annuncio imminente e tutto ciò si è rivelato vero!

La scorsa settimana gli account social di HBO Max hanno confermato la notizia, spiegando che l’uscita della Snyder Cut è fissata per il 2021 sotto il titolo di Zack Snyder’s Justice League.

Ora il presidente di HBO Max Bob Greenblatt durante il Recode Media podcast ha discusso di questa versione del film, spiegando che ci sarà tantissimo lavoro da fare in quanto non è minimamente pronta per la distribuzione:

Sono stati mesi e mesi di discussione con Zack ed i produttori per capire come farla. Non è facile come entrare  in un bunker e trovare la Snyder Cut già pronta. Non esiste, Zack Snyder la sta attualmente realizzando ed è complesso. Questo include (non voglio entrare troppo nel dettaglio) nuovi effetti speciali ed uno stravolgimento radicale del film uscito, molto complicato e costoso. Naturalmente non dirò i numeri.

Quando gli è stato chiesto se è vero che costerà tra i 20 ed i 30 milioni come spiegato da The Hollywood Reporter, Greenblatt ha aggiunto:

Dico solo che vorrei tanto che fossero soltanto 30 milioni!

É un’impresa enorme e molto complessa. Dovevamo chiarire con i sindacati e le associazioni quello che stavamo facendo. Si tratta di un nuovo film? É un altro montaggio? Ci sono tantissime complessità che i fan non conoscono. Non ci siamo semplicemente messi seduti per dirci “facciamo impazzire i fan e non diciamo loro nulla il più a lungo possibile”. In realtà abbiamo trascorso tantissimo tempo per capire come farla ed abbiamo superato innumerevoli ostacoli. Una volta che abbiamo capito che potevamo realizzarla e quanto potevamo investire, ovvero la scorsa settimana, abbiamo deciso di far uscire subito la notizia.

Infine, alla domanda “eravate già pronti da tempo ma volevate rivelare la notizia come parte del lancio di HBO Max?”, Greenblatt ha risposto con:

No, volevamo fortemente annunciarla prima del lancio di HBO, ma abbiamo iniziato a parlarne lo scorso autunno. Sul serio.

Questo smentisce una delle teorie dei fan secondo la quale è stata AT&T ad obbligare Warner Bros. ad annunciare la Snyder Cut questo fine settimana.

Fonte