Il co-creatore di Ghost Rider non è stato ancora contattato dai Marvel Studios per un nuovo progetto sul personaggio.

Quest’estate lo storico fumettista e sceneggiatore Jim Shooter ha spiegato di essere stato contattato dal dipartimento delle proprietà intellettuali della Marvel per la cessione dei diritti delle Guerre Segrete originali (uno dei suoi progetti più celebri realizzato insieme a Mike Zeck nel 1984) che darà alla compagnia il pieno controllo sui vari personaggi introdotti in quella storia e, di conseguenza, sull’intera saga. Nonostante ciò, sembra che non tutti i fumettisti siano stati fortunati quanto Shooter al punto da essere coinvolti nello sviluppo di un progetto cinematografico o televisivo su una delle loro creazioni.

Nello speciale Hellfire and Brimstone: A Celebration of Marvel’s Ghost Rider pubblicato da ComicBook.com, Roy Thomas, co-creatore di Johnny Blaze a.k.a. Ghost Rider, ha svelato di non essere stato ancora contattato dai Marvel Studios per un potenziale nuovo film sullo Spirito della Vendetta, aggiungendo di non avere alcun risentimento nei confronti dello studio per mancati guadagni o riconoscimenti:

“No, Ghost Rider, proprio come Secret Wars – del resto sono sicuro che Jim Shooter sia d’accordo con me – appartiene alla Marvel per via delle circostanze di lavoro su commissione sotto cui abbiamo sviluppato quei concetti originariamente.”

Sarebbe bello essere consultati per quei personaggi che abbiamo creato o co-creato ma la Marvel non ha alcun obbligo legale di farlo. Dovreste chiedere alla Marvel per quale motivo lo hanno fatto nel caso di Secret Wars. Ma Ghost Rider? Non sono mai stato accreditato né mi è mai stato dato del denaro per Ghost Rider, per quanto ne so. Sono felice dei miei accordi con la Marvel per molti altri concetti che ho co-creato o sviluppato. In ogni caso… Io e la Marvel non abbiamo alcuna divergenza riguardante il personaggio.”

In seguito Thomas ha ammesso di non aver apprezzato la reinterpretazione della Guerra Kree-Skrull nel Marvel Cinematic Universe e la rappresentazione della razza aliena degli Skrull in Captain Marvel (2019) di Anna Boden e Ryan Fleck:

“Nessuno mi ha contattato riguardo l’uso della Guerra Kree-Skrull nel film su Captain Marvel. Se mi avessero dato una scelta, mi sarei opposto all’idea di rappresentare i Kree come peggiori degli Skrull. Il fulcro della mia idea originale era che una razza fosse cattiva quanto l’altra e penso che qualsiasi cosa che abbia cambiato quel concetto, sia nei film che nei fumetti, abbia sminuito o stravolto l’idea originale.”

Ricordiamo che Captain Marvel (2019), diretto da Anna Boden e Ryan Fleck, vede nel cast Brie Larson (Carol Danvers/Captain Marvel), Ben Mendelsohn (Talos), Jude Law (Yon-Rogg), Samuel L. Jackson (Nick Fury), Lashana Lynch (Maria Rambeau), Lee Pace (Ronan l’Accusatore), Djimon Honsou (Korath), Gemma Chan (Minn-Erva), Annette Bening (Wendy Lawson) e Clark Gregg (Phil Coulson).

Ghost Rider

SINOSSI
Basata sul personaggio Marvel apparso per la prima volta nel 1968, la storia segue Carol Danvers nel suo percorso per diventare uno dei più potenti eroi dell’universo quando la Terra si ritrova nel mezzo di una guerra galattica tra due razze aliene. Ambientata negli anni ’90, Captain Marvel è un’avventura tutta nuova che si svolge in un periodo mai ancora esplorato dall’Universo Cinematografico Marvel.”

Fonte