Ann Sarnoff, Ceo di Warner Media, parla del successo della Snyder Cut di Justice League e dei piani di Warner per il futuro dei film DC.

Dopo anni di attesa, speranze, petizioni e finte smentite, lo scorso giovedì è uscita su Sky laZack Snyder’s Justice League, film che mostra l’opera completa del regista senza i pesanti tagli imposti dalla Warner. Nel 2017 Snyder abbandonò infatti la regia di Justice League a causa di una tragedia  familiare e venne sostituito da Joss Whedon, che realizzò una versione decisamente tagliata e riadattata del film, accolta in modo pessimo da critica e fan. Fortunatamente ora abbiamo assistito alla versione originale, accolta in modo decisamente diverso rispetto alla versione cinematografica!

A seguito dell’enorme successo del film, i fan hanno iniziato a chiedere a gran voce a Warner Bros. di sviluppare altre storie e di ripristinare tutto ciò che aveva in mente Snyder lanciando l’hashtag #RestoreTheSnyderVerse ed ora è arrivato un commento ufficiale a riguardo.

Nel corso di un’intervista con Variety, il CEO di Warner Media, Ann Sarnoff, ha discusso dell’uscita della Snyder Cut spiegando:

Apprezzo il fatto che i fan abbiamo adorato il lavoro di Zack e siamo davvero grati per il suo contributo alla DC. Siamo felici che sia riuscito a dare vita alla sua versione della Justice League, che non era nei piani fino ad un anno fa. Con questo si completa la sua trilogia. Siamo davvero felici di quello che abbiamo fatto, ma siamo davvero eccitati per i piani Multi-dimensionali che abbiamo per i nostri personaggi DC attualmente in fase di sviluppo.

Alla domanda “La Snyder Cut è nata per le richieste dei fan, credi che ci sia bisogno di bilanciare le richieste dei fan con la programmazione della compagnia? Quanto flessibile deve essere DC per queste iniziative?”, la Sarnoff ha aggiunto:

Ascoltiamo sempre i nostri fan, ma siamo al servizio di una fanbase più ampia, alla quale dobbiamo offrire una strategia ben integrata. Siamo alla guida di tutti questi franchise e speriamo che, quando i fan li vedranno, si renderanno conto che la DC è in buone mani, questo tramite diverse piattaforme e diversi creatori.

Vogliamo voci diverse. Certi fan che vogliono soltanto una voce [in riferimento allo Snyderverse] potrebbero essere delusi, ma chiediamo loro di essere pazienti e di vedere quello che abbiamo in ballo, dato che anche le altre voci hanno delle storie altrettanto avvincenti da raccontare. […] Il mio lavoro è quello di assicurarmi di realizzare ciò che vogliono tutte quante le fanbase su tutte le piattaforme.

A giudicare dalle parole del CEO, ad oggi la Warner non è intenzionata a rendere Snyder l’unica guida dell’intero universo cinematografico DC e sta puntando molto sui film che si trovano già in fase di sviluppo. Questa non è una smentita definitiva alle possibilità di vedere i sequel di Justice League, ma ad oggi il focus della compagnia è chiaro: far esprimere ogni autore senza affidare l’intera guida della DC al solo Snyder.

La Sarnoff ha dato quindi una risposta definitiva per quanto riguarda le possibilità di far uscire la Ayer Cut di Suicide Squad, la versione originale del film (anche in questo caso la Warner ha influito pesantemente con lo sviluppo, limitando la visione del regista).

Alla domanda “uscirà in futuro?” il CEO ha chiuso ogni porta spiegando:

Non svilupperemo la versione di David Ayer.

Infine, parlando dei progetti DC Films, la Sarnoff ha spiegato:

Abbiamo un gruppo incredibile di creatori in televisione e nei film, siamo eccitati al potenziale del nostro Multiverso DC. Questo è uno dei motivi per cui sono stata assunta 2 anni fa. Prima non c’era nessun tipo di connessione tra i business. Si sviluppavano prodotti DC slegati, senza connessioni tra le varie divisioni. Il mio mantra è stato “più grandi e interconnessi” per sorprendere i fan con connessioni tra i vari media e le varie piattaforme. Sto parlando di film, prodotti HBO Max, televisione e divisione gaming.

Fonte