The Wrap ed il produttore Nate Moore aggiornano sui diritti di Hulk e di Namor, che sono ancora in possesso di Universal.

La gestione del personaggio di Hulk nel Marvel Cinematic Universe è sempre stata piuttosto complessa: sul Golia Verde è stato realizzato un solo film, L’incredibile Hulk (2008) di Louis Leterrier, poiché Marvel Entertainment – prima di essere acquisita dalla Walt Disney Company nel 2009 – aveva ceduto i diritti di distribuzione cinematografica di alcuni personaggi, tra cui Hulk e Namor, alla Universal Pictures, in quanto all’epoca non disponeva dei mezzi finanziari necessari per distribuire i propri film nelle sale.

Una volta che il franchise dei Marvel Studios ha dimostrato di essere particolarmente redditizio, tuttavia, la Disney ha deciso che fosse giunto il momento di distribuire i film dell’MCU usciti fino a quel momento per conto proprio cercando più volte di riappropriarsi di quei diritti di distribuzione che appartenevano ormai alla Universal. Quest’ultima, però, non ha mai aperto a trattative e, di conseguenza, non sono più stati realizzati film con protagonista il Gigante di Giada (dato che Disney non è intenzionata a dividere gli incassi in alcun modo).

Ancora oggi, questo accordo sta limitando i Marvel Studios: secondo un nuovo report di The Wrap, Universal  sta ancora esercitando i suoi diritti per Namor e di Hulk, impendendo quindi ai Marvel Studios di realizzare film stand-alone. Di conseguenza, ad oggi i diritti non sono ancora tornati nelle mani dei Marvel Studios, come sostenevano invece vecchi rumor.

Lo stesso sito ha discusso con il produttore Nate Moore, che ha spiegato che effettivamente i Marvel Studios hanno “preso in prestitoNamor per Black Panther: Wakanda Forever, proprio come fatto per Hulk, ma non possono dedicargli progetti standalone.

Onestamente colpisce più noi, e ci colpisce più nel modo in cui commercializziamo il film di quanto lo usiamo nel film

I Marvel Studios e la Disney possono infatti utilizzare i personaggi di cui non detengono i diritti completi – come nel caso di Namor ed Hulk – esclusivamente per progetti corali, ma non possono dedicargli delle pellicole standalone. Proprio per questo motivo, i Marvel Studios hanno dovuto sviluppare un arco narrativo di Hulk esclusivamente nei vari film sugli Avengers o in pellicole di altri eroi, come nel caso di Thor: Ragnarok.

La domanda a questo punto è una: questi diritti torneranno mai completamente nelle mani di Kevin Feige? Le possibilità esistono. Secondo un documento della SEC risalente al 2006, la Universal avrebbe siglato un accordo di distribuzione con Marvel Entertainment alle medesime condizioni dell’accordo con la Paramount (che ha distribuito i primi 4 film del MCU)- Quest’ultima – e in teoria anche la Universal – può esercitare i diritti di distribuzione per “un periodo iniziale di 15 anni” a partire dalla prima proiezione nelle sale cinematografiche:

Paramount ha il diritto di esercitare i Diritti di Distribuzione rispetto a ciascun film per un periodo iniziale di 15 anni a decorrere dall’uscita iniziale di tale film (Termine di Distribuzione Iniziale).”

Considerando che L’incredibile Hulk è stato distribuito nei cinema nel giugno del 2008, teoricamente la Disney potrebbe riottenere i diritti di distribuzione del personaggio nel giugno del 2023, permettendo in questo modo ai Marvel Studios di produrre un nuovo stand-alone su Hulk dopo 15 anni. Occorre precisare, però, che questi termini riguardano l’accordo siglato tra Marvel Entertainment e la Paramount e potrebbero non valere effettivamente anche per la Universal.

Non a caso, secondo svariati rumor i Marvel Studios hanno già messo in cantiere un progetto ispirato a World War Hulk, segnale che potenzialmente questi diritti potrebbero tornare presto in loro possesso (proprio come sostengono alcuni insider).