I Marvel Studios avevano intenzione di inserire Shang-Chi o il Mandarino in un breve teaser alla fine di The Avengers di Joss Whedon.

Uno dei prossimi progetti dei Marvel Studios, come sappiamo, sarà Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, il primo film del Marvel Cinematic Universe incentrato su un supereroe asiatico della Casa delle Idee. Anche se il cinecomic verrà distribuito nelle sale solo il prossimo anno, a quanto pare lo studio guidato da Kevin Feige aveva già preso in considerazione l’idea di anticipare l’introduzione del supereroe e della sua nemesi ai tempi della Fase 1 del MCU.

In un capitolo specifico del libro Feeding the Dragon riportato anche da Bleeding Cool, Chris Fenton, presidente della casa di produzione cinese DMG Entertainment Motion Picture Group, ha parlato della distribuzione dei film americani in Cina, spiegando di aver discusso con il Chief Operating Officer dei Marvel Studios Tim Connors circa la possibilità di includere un breve teaser alla fine di The Avengers di Joss Whedon esclusivamente per il mercato cinese che avrebbe mostrato Shang-Chi o il Mandarino:

“Il team di sviluppo a Beijing credeva che quello di Shang-Chi fosse un ruolo più sicuro da promuovere siccome era un ‘bravo ragazzo’ e un eroe, mentre il Mandarino era chiaramente un nemico di Iron Man. Pensavamo soprattutto a come avrebbe reagito il ‘Ministro della Propaganda’, il quale rispondeva direttamente a Politburo. Abbiamo sempre desiderato vedere un personaggio cinese rappresentato come una brava persona o un eroe, non come un villain.”

Un antagonista Marvel come il Mandarino era rischioso. Sarebbe stato un azzardo, non solo per noi, ma anche per la Disney e la Marvel. Se fosse andata male, avrebbero potuto proibire l’uscita del film in Cina. Anche peggio, avrebbero potuto impedire ad entrambi gli studi di distribuire in Cina i loro prossimi film. Nel caso peggiore, un ban temporaneo. Per quanto riguarda noi, il cattivo utilizzo di un personaggio come il Mandarino avrebbe rischiato di distruggere la DMG per sempre.”

Come evidenziato da Fenton, i Marvel Studios avevano intenzione di includere il Mandarino perché la produzione “stava cercando di realizzare il film più divertente e redditizio possibile” e “pensare prima alla Cina non era la loro priorità“. Nonostante la promessa che il Mandarino sarebbe stato un “personaggio complesso, imperfetto e pieno di sorprese“, tuttavia, alla fine la DMG decise di non inserire il Mandarino nel teaser a causa della potenziale risposta negativa da parte dell’amministrazione statale cinese.

Nel libro, inoltre, Fenton ha descritto nel dettaglio la conversazione con Tim Connors e le sue perplessità sulla presenza di un personaggio stereotipato come il Mandarino in The Avengers e in Iron Man 3:

Fenton: “Il Mandarino ci spaventa a morte.”

Connors: “Perché?”

Fenton: “È un personaggio troppo controverso per la censura cinese.”

Connors: “Come mai?”

Fenton: “Perché il Mandarino sembra e agisce come un uomo cinese stereotipato e offensivo. Non solo ha una lunga barba spinosa che raddrizza costantemente con le dita, ma parla regolarmente in ‘Chinglish’ [unione tra cinese e inglese], ripetendo in continuazione proverbi cinesi pieni di cliché.”

Connors: “Andiamo… davvero?”

Fenton: “Sì. Sono serio. Inoltre la motivazione principale del personaggio è uccidere Iron Man.”

Connors: “Non puoi darlo per certo.”

Fenton: “È quello che mi spaventa di più. Quindi questo mi spinge a chiederti… il fatto che ci stiate chiedendo di mostrare il Mandarino alla fine dei titoli di coda di The Avengers significa che la Marvel lo userà davvero in Iron Man 3?”

Connors: “Non lo so.”

Fenton: “Chiediti questo allora. Se la Marvel dovesse usarlo, potrebbe essere un antagonista in stile Red Dawn che rischia di farci bandire tutti quanti dalla Cina?”

Connors: “Non essere così drammatico. Inoltre i creativi non mi diranno nulla, e in ogni caso la sceneggiatura non è ancora stata completata.”

Fenton: “Vorrei non essere così drammatico.”

Connors: “‘Non ti preoccupare. Vedremo’. C’era qualcosa nel suo tono di voce. Lo percepii. Il Mandarino sarebbe stato incluso in Iron Man 3.”

Shang-Chi Mandarino The Avengers Marvel Studios

Shang-Chi and the Legend of the Ten Rings, previsto per il 7 maggio 2021 e diretto da Destin Daniel Cretton (Just Mercy), vedrà Simu Liu nei panni del protagonista, la rapper Awkwafina (The Farewell – Una bugia buona), Fala Chen (The Undoing), Ronny Chieng (Crazy Rich Asians), Florian Munteanu (Creed 2), Tony Chiu-Wai Leung nel ruolo del vero Mandarino mentre Michelle Yeoh (Star Trek: Discovery) avrebbe confermato inavvertitamente il suo coinvolgimento nel film.

SINOSSI
Nei fumetti, Shang-Chi è il figlio di un globalista cinese che lo ha cresciuto ed educato nel suo complesso in Cina, recluso e isolato dal mondo esterno. Nel corso degli anni il ragazzo si è allenato nelle arti marziali fino a sviluppare abilità insuperabili.

Fonte