I fan difendono il primo Blade (1998) con protagonista Wesley Snipes e il film di Stephen Norrington entra in tendenza su Twitter.

Il primo film su Blade con Wesley Snipes distribuito nel 1998 è considerato da molti come il capostipite del genere dei cinecomics. La pellicola, diretta da Stephen Norrington, ha gettato le basi per la moda dei film sui supereroi che avrebbe dominato il panorama cinematografico negli anni a venire e rappresentò uno dei primi tentativi di Hollywood di sfruttare il potenziale dei personaggi della Casa delle Idee.

Nelle ultime ore i fan di Blade hanno difeso il cinecomic con Wesley Snipes su Twitter in seguito al commento di un utente secondo il quale il Marvel Cinematic Universe non sarebbe esistito senza la trilogia di Spider-Man di Sam Raimi e i film della saga degli X-Men prodotti dalla 20th Century Fox. Di seguito vi riportiamo il tweet che ha innescato il dibattito e i successivi commenti dei fan:

“Solo un amichevole promemoria per ricordarvi che senza lo Spider-Man di Tobey Maguire e i film degli X-Men… non avremmo mai avuto l’MCU.

È grazie a Blade. Tutto è iniziato con Blade. Rispettate Wesley e il suo contributo.

“Anche se Blade è stato il primo film sui supereroi Marvel di successo, il suo successo si basava essenzialmente su un attore come Wesley Snipes che faceva pensare al pubblico che fosse un fantastico film d’azione. Spawn è stato un trendsetter persino maggiore dato che il suo successo era fondato al 94% sulla popolarità dei fumetti. X-Men e Spider-Man non hanno reso Hollywood un posto sicuro per i cinecomics. Hanno reso sicuro il genere per gli attori bianchi considerando che abbiamo smesso di vedere film del calibro di Spawn, Blade, Men in Black, La maschera di Zorro, Steel, Black Mask e così via dopo l’enorme successo del primo X-Men.”

“Eccovi di nuovo urlare e sbagliare. Blade ha letteralmente salvato i Marvel Studios. Senza Blade non esisterebbe il Marvel Cinematic Universe. Portate un po’ di rispetto per lui.”

“Dovreste smetterla di mancare di rispetto a Blade. È folle. Wesley Snipes non ha fatto tutto quel lavoro affinché diceste che quei film sono i responsabili della nascita dell’MCU.

“Blade è in tendenza, quindi è un buon momento per sottolineare che era un film di supereroi vietato ai minori con un protagonista nero, nel 1998. Ma le persone continuano ad elogiare Deadpool (2016) e Black Panther (2018) per questi fattori. Il primo Blade e Blade 2 sono film fantastici. Wesley Snipes regna.”

“Questi ragazzi dimenticano così facilmente che il piano era di salvare la Marvel dalla bancarotta (di nuovo). Blade non iniziava con un f*****o scontro in un nightclub per vampiri per farvi pensare che Tobey [Maguire] e Hugh [Jackman] si prendano tutto il merito.”

“Hai fatto male lo spelling di Blade.”

Ricordiamo che Blade (1998), scritto da David S. Goyer e diretto da Stephen Norrington, vede Wesley Snipes (Eric Brooks/Blade), Stephen Dorff (Diacono Frost), Kris Kristofferson (Abraham Whistler), N’Bushe Wright (Karen Jenson), Donal Logue (Quinn), Udo Kier (Lord Gitano Dragonetti), Traci Lords (Raquel), Arly Jover (Mercury), Kevin Patrick Walls (Krieger), Tim Guinee (Curtis Webb) e Sanaa Lathan (Vanessa Brooks).

Blade Wesley Snipes

SINOSSI
Wesley Snipes è il tormentato Blade, per metà uomo per metà immortale. Blade affina le sue abilità letali sotto la guida di Whistler (Kris Kristofferson), il suo mentore, guardiano e compagno di cacce notturne. Quando il signore degli Immortali, il Diacono Frost (Stephen Dorff), assetato di sangue, dichiara guerra alla razza umana, Blade diventa l’ultima speranza per la sopravvivenza dell’umanità.

Fonte