La regista di I Am Groot ha svelato i nomi delle creature aliene che interagiscono con Baby Groot nella serie di cortometraggi.

Il 10 agosto è stata distribuita su Disney+ I Am Groot, una serie di 5 cortometraggi originali prodotti dai Marvel Studios interamente dedicati a Baby Groot (Vin Diesel) in cui il piccolo alberello parlante interagisce con vari personaggi nuovi e inconsueti in momenti mai visti nei film sui Guardiani della Galassia.

Nel corso di un’intervista con Variety, Kirsten Lepore, sceneggiatrice e regista di I Am Groot, e Brad Winderbaum, capo del settore TV, streaming e animazione dei Marvel Studios, hanno parlato del lavoro sulla serie di corti. In particolare, la regista ha svelato i nomi di tutte le creature aliene che appaiono nei cinque cortometraggi e che interagiscono con Baby Groot:

“Sono stati tutti super divertenti da sviluppare. Le piccole creature blu sono chiamate Grunds, e sono molto legata a loro emotivamente perché incarnano il mio senso naturale per il design essendo sono super semplicistici. Sostanzialmente hanno due punti come occhi e una bocca, sono molto carini ed espressivi anche se sono molto semplici nel design. È stato molto divertente crearli. Il nome del personaggio acquatico mutaforma è Ewa, e poi abbiamo creato questo personaggio simile ad uno scoiattolo chiamato Snoot Pin Bongo. Ci siamo ispirati molto a Salacious Crumb di Star Wars. Ed ho amato quanto fosse fastidioso e sopra le righe.”

Quando le è stato chiesto se anche il bonsai con cui Groot combatte nel primo corto abbia un nome, Lepore ha spiegato:

“Sì, anche lui è un personaggio, bella pensata. Non abbiamo dato al bonsai un vero nome da personaggio, ma ora potremmo inventarci qualcosa. Groot 2, magari.”