Mark Ruffalo ha parlato della sua esperienza nel Marvel Cinematic Universe e della sua idea per un potenziale film su Smart Hulk.

Durante la sua ultima apparizione al The Tonight Show Starring Jimmy Fallon, Mark Ruffalo ha parlato della sua esperienza nei panni di Bruce Banner/Hulk nel Marvel Cinematic Universe, rivelando di essere stato convinto da Robert Downey Jr. ad accettare il ruolo nel 2010.

Nel corso della diretta, l’attore ha spiegato di essere stato piuttosto titubante in un primo momento all’idea di prestare il volto ad un’altra iterazione cinematografica del Gigante di Giada, pensando di non essere la persona adatta a questo tipo di ruolo:

Ero spaventato, non sapevo cosa avrei potuto aggiungere al ruolo che non fosse già stato fatto così bene da altri attori prima di me. Non pensavo di essere capace. Avevo fatto solo film indipendenti fino a quel momento. Mi dicevo spesso ‘Non so se sono la persona giusta’, e anche il regista [Joss Whedon] me lo ripeteva.”

“Ricevetti una telefonata da Robert Downey Jr. Probabilmente sentì parlare della mia esitazione, e mi disse semplicemente ‘Andiamo, Ruffalo. È tutto sotto controllo.’ Me lo disse in pieno stile Iron Man. E dopo questo pensai ‘Immagino di doverlo fare.'”

“Ciò che volevo era leggere la sceneggiatura, ma [i Marvel Studios] non consegnano mai gli script. Quando ero un giovane attore, promisi a me stesso che non avrei mai fatto un film senza leggere prima la sceneggiatura perché è la ricetta per un disastro. E poi rimani bloccato in qualcosa. L’unico potere di un giovane attore è l’abilità di dire no qualche volta. E quindi sentii il bisogno di leggere qualcosa ma lo studio mi rispose ‘Ci dispiace ma non diamo niente qui.'”

“Ma Joss, che Dio lo benedica, mi diede di nascosto le 20 pagine che aveva scritto. Lessi la prima scena in cui la Vedova Nera trova Banner in India e la amai. Era fantastica. Ed era qualcosa di diverso, sai? Pensai ‘Potrebbe essere divertente, è un personaggio piuttosto allegro e penso che potrei fare qualcosa con lui.'”

In un secondo momento, Mark Ruffalo ha parlato anche della sua proposta per una potenziale pellicola sull’Hulk Intelligente ambientata nei cinque anni che intercorrono tra gli eventi di Avengers: Infinity War e di Avengers: Endgame:

“Avrebbe dovuto essere un film tutto suo. Ed è ciò che sto proponendo loro in realtà, la possibilità di esplorare quello specifico intervallo di tempo. Ad esempio, come ha fatto Banner a diventare Smart Hulk? Lo sapete?”

Hulk

SINOSSI
Dopo i devastanti eventi di Avengers: Infinity War (2018), l’universo è in rovina a causa degli sforzi del Titano Pazzo, Thanos. Con l’aiuto degli alleati rimasti in vita dopo lo schiocco, gli Avengers dovranno riunirsi ancora una volta per annullare le azioni di Thanos restaurando così l’ordine nell’universo una volta per tutte, a costo delle conseguenze che tutto ciò potrebbe portare.

Fonte