Nonostante i dubbi sul futuro di Superman al cinema, Henry Cavill ha già le idee piuttosto chiare e vorrebbe fortemente un sequel di Man of Steel.

Sono passi ormai due anni dall’uscita di Justice League, che ha deluso completante le aspettative, soprattutto a seguito delle pesanti vicende a livello produttivo. Da quel momento l’universo cinematografico della DC è entrato in una fase di cambiamenti e  lo scorso anno diverse fonti autorevoli hanno spiegato che Henry Cavill era ormai prossimo ad abbandonare il ruolo di Superman dopo aver interrotto le trattative con la Warner Bros. per il suo rinnovo. Successivamente l’agente di Cavill ha smentito la notizia e lo stesso attore ci ha scherzato sopra, pubblicando un enigmatico video sui social.

Ad oggi però la Warner Bros. sembra non avere piani per Superman…ma nonostante ciò Cavill non si arrende ed ha già alcune idee!

Nel corso di un’intervista con Kevin McCarthy di FOX 5, l’attore ha discusso del suo futuro come Superman, spiegando di aver apprezzato tantissimo Man of Steel (diretto da Zack Snyder) e che ha già alcune idee per un sequel. Parlando della celebre Snyder Cut di Justice League, Cavill ha spiegato:

Non ho visto nessuna Snyder Cut. Non so se quello che esiste è una Snyder Cut. Sono sicuro che ci sono delle scene che potrebbero essere messe insieme negli anni, ma anche se sono interessato a vedere come si evolveranno le cose, questo è un capitolo del mio passato.

Vorrei parlare di quello che succederà in futuro – il futuro di Superman e di come potrei esprimere quel preciso personaggio dei fumetti. Questo si collega molto bene a Man of Steel, adoro quel film e vorrei raccontare una storia che parta da quel momento.

Alla domanda “il sequel un giorno si farà?”, l’attore è rimasto sul vago, spiegando:

Non posso dire nulla, sfortunatamente. Ma sarebbe fantastico.

Successivamente però ha aggiunto:

Lui ha trovato il suo posto nel mondo, o almeno stava cercando di trovare il suo posto nel mondo dopo aver commesso quello che considera un peccato orribile, uccidendo l’ultimo membro della sua specie. Vorrei esplorare la sua positività.[…]  Quel personaggio che diventa un’icona di speranza e che apprezza di questa esperienza, senza essere messo necessariamente a disagio da essa.

Non può dire nulla di concreto sul sequel perché effettivamente non conosce i piani della Warner…oppure perché si trova in trattative e di conseguenza non può parlare apertamente di ciò che potrebbe succedere? Presto per dirlo con certezza.