Alcuni fan hanno minacciato di boicottare Hawkeye per rispetto nei confronti di David Aja, disegnatore della run di Matt Fraction.

Questo mercoledì sono stati rilasciati sulla piattaforma di streaming Disney+ i primi due episodi di Hawkeye, la nuova serie prodotta dai Marvel Studios in cui Jeremy Renner ritorna nei panni di Clint Barton a.k.a. Occhio di Falco. Lo show vede l’Avenger nel ruolo di mentore per il personaggio di Kate Bishop (Hailee Steinfeld), un’arciera ventiduenne con il sogno di diventare una supereroina con cui Clint sarà costretto a collaborare.

Lo show dei Marvel Studios, come sappiamo, è stato fortemente influenzato dell’acclamata run a fumetti scritta da Matt Fraction e disegnata da David Aja, Javier Pulido, Annie Wu, Francesco Francavilla, Steve Lieber e Jesse Hamm. La serie, pubblicata dalla Marvel Comics dal 2012 al 2015, ha ottenuto numerosi riconoscimenti tra cui diversi Eisner Awards e, come spiegato dal team creativo, ha rappresentato una delle principali fonti di ispirazione per il progetto non solo per le atmosfere e per la caratterizzazione dei personaggi ma anche per il marketing.

Nonostante ciò, nelle ultime ore alcuni utenti hanno fortemente criticato la Walt Disney Company e i Marvel Studios per non aver pagato David Aja, uno dei disegnatori della run, e per non averlo ringraziato nella sigla d’apertura o nei crediti finali dei primi due episodi, minacciando persino di guardare la serie in streaming illegale o di boicottarla per rispetto al disegnatore:

“Non guarderò Hawkeye per questo motivo. Ho sentito che è bella ma non è appagante che Disney sia così tirchia con i pagamenti e nel dare il giusto merito.”

“Hawkeye non mi dispiace. Ha la qualità urbana delle mie storie a fumetti Marvel preferite. Ed è divertente. Ma sono ossessionato da come il lavoro di David Aja sia la base per la serie e per il marketing e, a quanto pare, la Marvel non gli ha ancora dato un assegno o un credito? Ma per piacere.”

“Per favore, leggete TUTTI Occhio di Falco e Fraction e Aja e non guardate la serie. Vi assicuro che sarà un’esperienza migliore.”

“L’unico elemento di Hawkeye che mi potrebbe spingere a guardarla è Kingpin e anche se dovessi farlo la piraterò al 100%. Pagate David Aja e gli altri autori di fumetti, miserabili st***i.”

https://twitter.com/valiumhousewife/status/1463540556114677772?s=20

“L’ispirazione, lo stile e l’estetica dell’arte di David Aja nell’intero show è fortissima, soprattutto nella meravigliosa sigla e nei crediti finali degli episodi. Perché diavolo la Marvel non lo ha pagato e non lo ha accreditato? Merita di meglio.”

“Io e mio figlio abbiamo apprezzato molto i primi due episodi di Hawkeye. Ma voglio vedere un enorme credito a David Aja. Il lavoro che ha fatto con David Aja sembra far parte del DNA dell’intera serie.”

In risposta all’ultimo tweet del fumettista Tom Taylor, David Aja ha risposto semplicemente “Grazie Tom! (Non l’ho ancora vista, spero di farlo stasera.). L’artista aveva già manifestato dispiacere per il modo in cui molti artisti non vengano sufficientemente compensati e riconosciuti per i propri lavori.

Come sottolineato da altri utenti, tuttavia, pare che David Aja sia stato ringraziato nei crediti finali degli episodi insieme ad altri celebri autori e disegnatori della Casa delle Idee.

Ricordiamo che Hawkeye, scritta da Jonathan Igla (Mad Men) e diretta da Bert & Bertie (Troop Zero) e Rhys Thomas (Staten Island Summer), vede nel cast Jeremy Renner (Clint Barton/Occhio di Falco), Hailee Steinfeld (Kate Bishop), Vera Farmiga (Eleanor Bishop), Fra Fee (Kazi), Tony Dalton (Jack Duquesne), Alaqua Cox (Maya Lopez), Florence Pugh (Yelena Belova), Linda Cardellini (Laura Barton), Zahn McClarnon (William Lopez) e Brian D’Arcy James (Derek Bishop).

Hawkeye

SINOSSI
Marvel Studios’ Hawkeye vede l’ex Vendicatore Clint Barton con una nuova missione, apparentemente semplice: tornare dalla sua famiglia per Natale. Ci riuscirà? Forse con l’aiuto di Kate Bishop, un’arciera ventiduenne con il sogno di diventare una supereroina. I due sono costretti a lavorare insieme quando una presenza dal passato di Barton minaccia di compromettere qualcosa di molto più dello spirito natalizio.

Fonte