Hailee Steinfeld (Kate Bishop in Hawkeye) ha condiviso la foto di Jeremy Renner dopo l’incidente: “Grazie a Dio stai guarendo.”

Il primo gennaio Jeremy Renner – interprete di Occhio di Falco nell’Universo Cinematografico Marvel – è rimasto gravemente ferito mentre stava utilizzando un gatto delle nevi (il veicolo cingolato che si utilizza in montagna) presso la sua proprietà vicino al monte Rose-Ski Tahoe, un’area vicino a Reno (Nevada), colpita duramente dalle tempeste di neve delle scorse settimane.

Secondo quanto emerso, l’attore è stato travolto dal mezzo ed è stato rapidamente trasportato tramite elicottero in ospedale dopo che il suo gatto delle nevi si è ribaltato sulla sua gamba, ferendolo gravemente e facendogli perdere ingenti quantità di sangue. Il Reno Gazette Journal, inoltre, ha svelato che, pochi istanti prima dell’incidente, Renner era sceso dal suo spalaneve per aiutare il conducente di un’auto bloccata nella neve rimanendo però travolto dal suo stesso veicolo.

Fortunatamente un suo vicino di casa lo ha soccorso fino all’arrivo dei paramedici, che temevano fortemente di non riuscire a raggiungerlo a causa di una tormenta di neve. L’attore è stato già operato d’urgenza a seguito di “più infortuni ortopedici e di un forte trauma toracico”. Renner è già uscito dalla sala operatoria, rimarrà in terapia intensiva, ma le sue condizioni sono stabili. In seguito anche Deadline ha confermato la notizia, spiegando che l’attore è stato operato nella giornata di ieri, è uscito dalla sala operatoria ed è in fase di recupero, anche se le condizioni rimangono critiche. Attualmente, Renner è cosciente, stabile ed in grado di parlare.

In queste ore Jeremy Renner ha pubblicato una foto dall’ospedale, ringraziando per tutti i messaggi di affetto che sta ricevendo. Poco dopo la pubblicazione, Hailee Steinfeld, interprete di Kate Bishop in Hawkeye, ha condiviso la foto nelle sue storie di Instagram scrivendo:

“Forza, partner. Grazie a Dio stai guarendo. Ti mandiamo tanto amore e preghiamo per una pronta guarigione.”