I Marvel Studios avevano considerato Peyton Reed (Ant-Man) per dirigere Guardiani della Galassia prima di ingaggiare James Gunn.

Nel volume The Story of Marvel Studios: The Making of the Marvel Cinematic Universe – un libro da collezione di 512 pagine contenente foto, interviste e dietro le quinte esclusivi sulla creazione dell’Universo Cinematografico Marvel che abbiamo comprato e che stiamo analizzando pagina per pagina – sono stati svelati dei retroscena inediti sulla lavorazione dei vari film dei Marvel Studios e della Saga dell’Infinito.

Nella sezione del volume dedicata alla storia produttiva di Guardiani della Galassia (2014) è stato svelato che il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige aveva considerato di ingaggiare Peyton Reed, regista di Ant-Man (2015), di Ant-Man and The Wasp (2018) e del futuro Ant-Man and The Wasp: Quantumania, per dirigere il film sul team di Star-Lord prima di assumere ufficialmente James Gunn.

Non tutti ricordano, infatti, che nel 2003 Reed sviluppò un adattamento cinematografico dei Fantastici Quattro ambientato negli anni ’60 proponendo la sua sceneggiatura alla 20th Centuty Fox e, anche se la sua versione venne rifiutata a favore di quella di Tim Story, ai tempi Feige rimase molto colpito dalla creatività del regista. Pertanto, circa dieci anni dopo, il produttore organizzò un incontro con Reed per discutere delle sue idee per Guardiani della Galassia:

“All’insaputa di Gunn, un altro filmmaker originario del North Carolina era stato invitato da Feige per discutere di Guardiani della Galassia: il futuro regista di Ant-Man, Peyton Reed. Era passato quasi un decennio da quando Reed abbandonò lo sviluppo di quello che sarebbe diventato I Fantastici Quattro della [20th Century] Fox. Prima che Reed lasciasse quel progetto, [Kevin] Feige condivideva pienamente le scelte creative del regista per il film della Fox. E, negli anni successivi, i due sono rimasti in contatto come amici. Dato che rimase frustato per averlo perso per quel film, quando arrivò il momento di pensare a dei registi per Guardiani della Galassia, Feige non esitò a chiedere a Reed di recarsi agli uffici di produzione di Iron Man 3 per proporre le sue idee. Dopo aver letto una prima stesura della sceneggiatura firmata da Nicole Perlman, Reed scrisse il suo trattamento dettagliato che includeva numerosi riferimenti visivi. In qualità di fan di lunga data dei fumetti e dei film, il regista era sempre più innamorato del modo in cui i Marvel Studios raccontavano le storie: ‘Stavano facendo esattamente il tipo di film che volevo fare. Sono cresciuto con Star Wars, I predatori dell’arca perduta, Incontri ravvicinati del terzo tipo e tutta quella roba, e sentivo che i Marvel Studios stessero facendo una cosa del genere… in particolare dal mio punto di vista, per via del mio istinto comico e avendo lavorato con Bob Zemeckis. Io e Feige avevamo un amore comune per Ritorno al futuro, io avevo diretto persino i documentari per Ritorno al futuro Parte 2 e 3. Per me i Marvel Studios erano un posto dove puoi realizzare film comici ma anche film d’azione, che siano cinetici e con molti effetti visivi. Fu questo che mi attirò della possibilità di dirigere Guardiani della Galassia.”

“[…] ‘È difficile quando non fai parte del mondo Marvel… proporti come regista o sceneggiatore e presentare la tua idea senza avere le basi che stanno cercando.’ ammette Reed. Seppur incerto che la sua proposta fosse sulla strada giusta, il suo trattamento fu ben accolto da Feige. E anche la proposta di Reed, come quella di Gunn, prevedeva che un film sui Guardiani dovesse essere estremamente colorato. Nonostante Feige riconosca che fu una scelta difficile, alla fine fu deciso che Gunn avrebbe dovuto dirigere il film. ‘Ricordo che ai tempi restai profondamente deluso per non aver ottenuto la regia, ma non riesco a immaginare un film sui Guardiani della Galassia migliore di quello realizzato da James.‘ spiega Reed.”

Ricordiamo che Guardiani della Galassia (2014), scritto e diretto da James Gunn, vede nel cast Chris Pratt (Peter Quill/Star-Lord), Zoe Saldana (Gamora), Dave Bautista (Drax il Distruttore), Bradley Cooper (Rocket Raccoon), Vin Diesel (Groot), Michael Rooker (Yondu Udonta), Karen Gillan (Nebula), Lee Pace (Ronan l’Accusatore), Benicio del Toro (Il Collezionista) e Sean Gunn (Kraglin).

Guardiani della Galassia

SINOSSI
L’audace esploratore Peter Quill è inseguito dai cacciatori di taglie per aver rubato una misteriosa sfera ambita da Ronan, un essere malvagio la cui sfrenata ambizione minaccia l’intero universo. Per sfuggire all’ostinato Ronan, Quill è costretto a una scomoda alleanza con quattro improbabili personaggi: Rocket, un procione armato, Groot, un umanoide dalle sembianze di un albero, la letale ed enigmatica Gamora e il vendicativo Drax il Distruttore. Ma quando Quill scopre il vero potere della sfera e la minaccia che costituisce per il cosmo, farà di tutto per guidare questa squadra improvvisata in un’ultima, disperata battaglia per salvare il destino della galassia.