Warner Bros. ha deciso di proseguire con lo sviluppo di Green Lantern, la serie sul Corpo delle Lanterne Verdi che uscirà su HBO Max.

Durante gli earning call destinati agli investitori, il presidente di Warner Bros. Discovery David Zaslav ha avuto modo di parlare del futuro della DC al cinema. Oltre ad aver confermato la fusione tra HBO Max e Discovery Plus, Zaslav ha spiegato che la compagnia sta sviluppando un nuovo piano decennale per i progetti DC.

A seguito della sorprendente cancellazione di Batgirl, molti fan hanno iniziato a temere la cancellazione anche di altri progetti DC previsti per lo streaming, tra cui una serie svanita dai radar ormai da tempo: Green Lantern.

A settembre del 2020 HBO Max ha annunciato questa serie TV dedicata al corpo delle Lanterne Verdi , che coinvolgerà diversi personaggi amati dai fan: Guy Gardner, Jessica Cruz, Simon Baz e, in particolare, Alan Scott, oltre gli alieni Sinestro e Kilowog, mentre verranno introdotte nuove figure inedite.

Lo scorso anno la serie è stata ordinata ufficialmente da HBO Max (per ora è prevista una stagione da 10 episodi), ma da lì in poi non abbiamo più scoperto informazioni in merito e non si conosce ancora la data d’inizio riprese o il periodo d’uscita.

Fortunatamente però la serie è salva: The Hollywood Reporter spiega infatti che Warner ha deciso di farla uscire in streaming, ma il team creativo si sta prendendo il tempo necessario per sviluppare al meglio la storia, che richiederà anche un enorme numero di effetti speciali.

Nel cast troviamo Finn Wittrock e Jeremy Irvine, con Lee Toland Krieger (Superman & Lois, You) che dirigerà i primi due episodi.

A rimetterci invece è Strange Adventures, una serie antologica annunciata ad ottobre del 2019, che è stata cancellata da Warner Bros. nonostante la sceneggiatura fosse già pronta.

Ad occuparsi della serie vedremo Seth Grahame- Smith, showrunner già di Lego Batman: il film e Dark Shadows, e Marc Guggenheim che ha già lavorato alle sceneggiature (e come showrunner) delle serie dell’Arrowverse, tra cui Arrow e Legends of Tomorrow.

Fonte