Gli sceneggiatori del film discutono del finale molto emozionante di No Way Home e della trilogia su Spider-Man.

Spider-Man: No Way Home, l’attesissimo cinecomic prodotto da Marvel Studios e Sony Pictures, è finalmente uscito al cinema, portando avanti la trama dello Spider-Man di Tom Holland nell’MCU e regalando gigantesche ed emozionanti sorprese ai fan dell’Uomo Ragno.

Intervistati da Yahoo!, gli sceneggiatori di Spider-Man: No Way Home Chris McKenna ed Erik Sommers hanno parlato del finale del film, soffermandosi in particolare su come, negli ultimi minuti del film, il pubblico abbia finalmente avuto modo di vedere la nascita del ‘vero’ Peter Parker.

Abbiamo sempre cercato di raccontare una storia organica sul Peter Parker di Tom Holland con la consapevolezza che non potevamo fare altro che fare affidamento sul fatto che, alla fine di questo film, doveva andarsene via da solo e non fare affidamento su Dio solo sa cosa. E’ stato straordinario far parte di questa collaborazione fra la Sony, i Marvel Studios, Amy Pascal e Kevin Feige. Sarebbe stato un atto di arroganza pensare ‘Oh, chiuderemo questa pellicola con un cliffhanger che avrà bisogno di alcune cose su cui non possiamo dipendere’.

Se [la storia di Spider-Man] dovesse finire qua sarebbe grandioso. Se fosse la fine ti troveresti a pensare “Oh, ma allora è stata tutta… Una storia sulle origini di Spider-Man che si è articolata attraverso tre film per farci vedere un Peter Parker privato di tutto, anonimo, senza benefattori multimiliardari, che ha davvero attraversato una fase di sacrificio in cui ha dovuto davvero capire il discorso dei poteri e delle responsabilità e ora deve trovarsi un lavoro per pagarsi l’affitto”. Se la gente pensasse questo, sarebbe davvero soddisfacente.

Spider-Man: No Way Home, la trama del film Marvel

Diretto da Jon Watts, Spider-Man: No Way Home è uscito al cinema il 15 dicembre 2021.

Nel cast tornano Tom Holland (Peter Parker/Spider-Man), Marisa Tomei (zia May), Jacob Batalon (Ned Leeds), Zendaya (Michelle “MJ” Jones), Tony Revolori (Flash Thompson), Jon Favreau (Happy Hogan) e Benedict Cumberbatch (Doctor Strange). È previsto il ritorno di Jamie Foxx nel ruolo del villain Electro (già visto in The Amazing Spider-Man 2) e di Alfred Molina nei panni di Doctor Octopus (antagonista di Spider-Man 2), insieme ad altri personaggi dei precedenti film di Spider-Man. Il resto del cast include Harry Holland, Arian Moayed e Paula Newsome.

Questa la sinossi ufficiale:
«Marvel Studios’ Spider-Man: No Way Home mostra per la prima volta nella storia cinematografica di Spider-Man la sua identità rivelata, ponendo le sue responsabilità da supereroe in conflitto con la sua vita quotidiana e mettendo a rischio coloro a cui tiene di più. Quando chiede l’aiuto di Doctor Strange per ripristinare il suo segreto, l’incantesimo apre uno squarcio nel loro mondo, liberando i più potenti nemici mai affrontati da uno Spider-Man in qualsiasi universo. Ora Peter dovrà superare la sua più grande sfida, che non solo cambierà per sempre il suo futuro, ma anche quello del Multiverso».

Spider-Man: No Way Home fa parte della Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel. Leggi il nostro speciale!