Brandon Routh sostiene che potrebbe esserci una possibilità di un suo ritorno come Superman dopo Crisi sulle Terre Infinite nel film dedicato a Flash in sviluppo.

Andy Muschietti, che ha diretto It ed il suo sequel, è stato scelto per dirigere una nuova versione del film su Flash totalmente slegata dalla precedente (qui tutti i dettagli), con Christina Hodson (che ha già lavorato per Bumblebee e l’imminente Birds of Prey) che sta già scrivendo la sceneggiatura. Il film entrerà in fase di produzione nel corso del prossimo anno, con l’uscita fissata per il 4 novembre 2022.

La trama del film adatterà in modo “diverso ed inaspettato” la celebre saga Flashpoint e secondo i report di alcuni mesi fa, includerà anche il Batman di Ben Affleck ed il Batman di Michael Keaton, che verrà integrato quindi nel DC Extended Universe.

Le sorprese potrebbero però non essere finite, come sostiene Brandon Routh! L’attore, nel corso di una recente intervista, ha spiegato che c’è “assolutamente una possibilità” di vedere il suo Superman nel corso del film, che esplorerà l’intero Multiverso DC:

Credo che ci sia sempre una possibilità. Faranno tornare Michael Keaton insieme ad altri personaggi dei precedenti film DC, non vedo l’ora. E’ una prospettiva davvero interessante, che ha funzionato molto bene in Crisi sulle Terre Infinite. Sono stato davvero onorato ed orgoglioso di averne fatto parte ed aver ripreso il ruolo di Superman. Quindi c’è assolutamente una possibilità, si può fare di tutto!

Come ben saprete, l’attore ha ripreso il ruolo di Superman nel crossover dell’Arrowverse Crisi sulle Terre Infinite, nel quale ha interpretato la stessa versione (ispirata a Kingdom Come) del film diretto da Bryan Singer, che a sua volta è la stessa versione dei film con protagonista Christopher Reeve.

Superman

Vi ricordiamo infine che il film su Flash, oltre a raccontare una storia emozionante su Barry Allen, punta  a rivoluzionare l’intero universo cinematografico della DC. La trama vedrà Barry “infrangere i limiti della fisica per imbattersi in alcune dimensioni parallele, dove incontrerà differenti versioni degli eroi classici DC“.

In tutto ciò, ovviamente il concetto di Multiverso sarà fondamentale, come spiegato dal regista:

Questo film presenta una storia che implica un universo unificato in cui tutte le versioni cinematografiche che abbiamo visto sono valide. E’ inclusivo nel senso che tutto ciò che avete visto e tutto ciò che vedrete esiste all’interno dello stesso Multiverso unificato.

In altre parole, il Multiverso esplorato in Crisi sulle Terre Infinite effettivamente esiste e tutto ciò che è uscito sotto il brand DC è canonico nella sua rispettiva realtà. Sicuramente un concetto complesso per chi non segue i fumetti, ma la speranza è che venga approfondito adeguatamente nel film.

La stessa Warner Bros. con il film ha un grande obiettivo: far coesistere e trovare un punto d’incontro per l’intero fandom e per le varie “fazioni” che con il tempo si sono create.

Fonte