Malcolm Spellman ha definito The Falcon and The Winter Soldier una “progressione” del messaggio di Black Panther di Ryan Coogler.

In occasione della riunione con gli azionisti della Walt Disney Company, il presidente dei Marvel Studios Kevin Feige ha annunciato che il prossimo 19 marzo arriverà sulla piattaforma di streaming Disney+ The Falcon and The Winter Soldier, lo show incentrato su Sam Wilson/Falcon (Anthony Mackie) e Bucky Barnes/Soldato d’Inverno (Sebastian Stan) che porterà avanti l’eredità di Captain America dopo gli eventi di Avengers: Endgame dei fratelli Russo.

Nel corso di una recente intervista concessa a TVLine, il produttore esecutivo di The Falcon and The Winter Soldier Malcolm Spellman ha parlato del modo in cui la serie affronterà importanti tematiche sociali come la condizione della comunità afroamericana in America, confermando che lo show si legherà direttamente all’impatto culturale ottenuto da Black Panther (2018) e che cercherà di ribadire il messaggio del film di Ryan Coogler:

“Quando ho iniziato a vedere l’impatto diretto che un supereroe nero ha avuto su mio nipote, è come se mi si fosse impresso qualcosa nel cervello. Credo che The Falcon and The Winter Soldier sia una buona progressione del testimone che [Ryan] Coogler e Chadwick [Boseman] ci hanno lasciato. Credo davvero che queste enormi icone nere siano necessarie, non solo per i bambini neri ma anche per permettere ai bambini bianchi di iniziare ad assorbire… il fatto che anche la nostra gente è grande ed eroica.”

“Penso che una delle cose più importanti sia la fede che possiedo nel fatto che non ci siano limiti alla dimensione delle storie della comunità nera. Possono essere grandi quanto quelle di qualsiasi altra persona. Lo abbiamo imparato con Empire, lo abbiamo imparato con Black Panther e lo vedremo anche con The Falcon and The Winter Soldier. Non c’è più nulla contro questo.”

In seguito Spellman ha espresso il proprio entusiasmo per aver avuto la possibilità di essere stato coinvolto nella lavorazione del progetto:

È stato davvero stimolante. Dopo aver sentito per i primi 15 anni della mia carriera che essere nero significava solo fare una nicchia di cose molto piccole, è stato fantastico vedere tutti i registi neri ed essere uno di quelli coinvolti con progetti che appartenevano ad ogni spettro professionale. Questa è probabilmente una delle cose migliori del percorso che abbiamo intrapreso per arrivare qui.”

Ricordiamo che The Falcon and The Winter Soldier, scritta da Derek Kolstad (John Wick) e Malcolm Spellman (Empire) e diretta da Kari Skogland (The Handmaid’s Tale), vedrà nel cast Anthony Mackie (Sam Wilson/Falcon), Sebastian Stan (Bucky Barnes/Soldato d’Inverno), Emily VanCamp (Sharon Carter/Agente 13), Daniel Brühl (Helmut Zemo), Wyatt Russell (John Walker/U.S. Agent), Georges St-Pierre (Batroc il Saltatore), Desmond Chiam, Miki Ishikawa, Erin Kellyman, Elijah Richardson, Adepero Oduye, Danny Ramirez, Noah Mills e Carl Lumbly.

The Falcon and The Winter Soldier

SINOSSI
Dopo gli eventi di Avengers: Endgame, Sam Wilson/Falcon (Anthony Mackie) e Bucky Barnes/Winter Soldier (Sebastian Stan) si uniscono per un’avventura globale che metterà alla prova le loro abilità e la loro pazienza.

Fonte