Come ben saprete, lo scorso anno Ezra Miller ha fatto ampiamente parlare di sé e diverse persone lo hanno accusato di violenze ed abusi psicologici, ottenendo anche delle ordinanze protettive. Tutto questo è culminato in due arresti alle Hawaii e con un furto con scasso per il quale dovrà presentarsi a settembre in tribunale.

Fortunatamente, dopo essersi ricongiunto con la madre, la star di The Flash è pronta a cambiare vita. Ad agosto dello scorso anno, con un comunicato ufficiale diffuso a Deadline, Ezra Miller ha chiesto pubblicamente scusa per i suoi atteggiamenti, riconoscendo di soffrire di problemi di salute mentale complessi.

Nonostante ciò, la star di The Flash dovrà rispondere in tribunale di queste accuse, tra furto con scasso e violenze.

In vista del processo, fissato per il 13 gennaio di quest’anno, è stato diffuso un documento del tribunale nel quale si legge che Miller ha deciso di patteggiare, dichiarandosi colpevole per ogni singolo crimine. Proprio per questo, il giudice ha deciso di concedere alla star la libertà vigilata, oltre ad una multa di 500$.

Ecco quanto spiegato da The Flash Film News, un account vicino alla produzione:

Miller si dichiarerà colpevole di ogni singola accusa di abusi ed atteggiamenti illegali. Come parte del patteggiamento, le accuse di furto con scasso in un’abitazione non occupata e di altri furti minori verranno ritirate. Miller verrà messo in libertà vigilata per un anno e multato di 500$.

Vi ricordiamo che l’uscita di The Flash, il prossimo progetto con protagonista Ezra Miller, è fissata per il 16 giugno del 2023.

Fonte