Come molti di voi sapranno, nel 2020 è trapelato online un video in cui Ezra Miller stava tenendo per il collo una ragazza, ecco ciò che è successo.

Dopo più di sessant’anni dalla sua creazione, finalmente il personaggio di Barry Allen, noto con l’identità supereroistica di Flash, avrà un film da protagonista, denominato semplicementre The Flash, per la regia di Andy Muschietti (regista di IT ed il suo sequel), con protagonista Ezra Miller, che uscirà il 23 giugno del 2023.

Come ben saprete, in questi ultimi mesi Miller ha fatto ampiamente discutere a causa dei suoi atteggiamenti. Dopo aver “seminato” panico alle Hawaii, ha ricevuto un’accusa per aver “fornito ad una ragazza minorenne alcolici, marijuana e LSD” e di aver usato “violenza, intimidazioni, minacce, paura, paranoia e droghe per avere il controllo di questa ragazza“.

Secondo quanto riportato dal Los Angeles Times, i genitori della ragazza hanno anche ottenuto con successo un ordine protettivo temporaneo di 30 giorni  – ovvero un ordine del tribunale per proteggere una persone da molestie, che intima all’accusato di cessare ogni contatto con la vittima – nei confronti della star a seguito della loro denuncia.

Da quel momento la ragazza (che ha smentito ogni tipo di accusa, scagliandosi contro la famiglia) e Miller (che invece si è preso gioco della situazione su Instagram) risultano completamente introvabili, proprio quando la star di The Flash stava per tornare sul set a registrare alcune battute aggiuntive per la pellicola.

Come se non bastasse, alcune settimane fa una famiglia ha ottenuto un ordine temporaneo protettivo (dal giudice di Greenfield, in Massachusetts) nei confronti di Miller dopo che la star di Hollywood a febbraio ha “minacciato la loro famiglia presso la loro abitazione” con un’arma da fuoco, comportandosi in modo inappropriato anche nei confronti di una giovane persona non binaria di dodici anni.

A fronte di tutte queste accuse, stanno emergendo di continuo svariati dettagli.

Dopo il rinvio delle riprese di Animali Fantastici – I Segreti di Silente, Miller ha iniziato a frequentare costantemente un bar a Reykjavík, la capitale dell’Islanda, diventando amico con diversi clienti. Ad un certo punto, secondo il proprietario di questo bar, Miller ha iniziato a cambiare completamente i suoi atteggiamenti. Non a caso, in poche settimane, ha partecipato a diverse risse.

Fino a quel momento nulla di eccessivamente grave (lo stesso proprietario del locale ha spiegato “siamo in Islanda, le risse avvengono di continuo”), almeno fin quando ad aprile del 2020 non è trapelato online un video in cui Miller strozza una ragazza.

Quest’ultima ha finalmente spiegato ciò che è successo ai microfoni di Variety, chiedendo però l’anonimato.

Nel filmato, Miller esclama “Vuoi lottare? È gusto che vuoi?” prima di afferrarla al collo. Secondo diverse fonti, tutto è nato quando la ragazza ha notato alcune cicatrici sui piedi di Miller, che le ha definite “cicatrici da battaglia”. I due hanno iniziato a parlarne, la ragazza ha esclamato “se vuoi possiamo combattere noi”… e Miller la ha aggredita sul serio!

Il ragazzo che stava riprendendo il tutto è intervenuto per separare i due, ma Ezra ha aggredito nuovamente la ragazza fuori dal locale:

“Era sopra di me, mi teneva per il collo e continuava a gridarmi in faccia, continuava a chiedermi di lottare”

Un’altra ragazza inoltre ha raccontato la sua testimonianza a Variety: tale Nadia (ha rivelato soltanto il suo nome) ha spiegato infatti di aver scambiato messaggi per anni con Miller prima di un incontro a Berlino presso il suo appartamento. Quando la ragazza ha detto alla star (ormai ex star) di The Flash che non poteva fumare, la situazione si è fatta a dir poco tesa:

Gli ho chiesto di andare via, mi ha insultato dicendomi che sono trans fobica, quindi ha iniziato ad andare in giro per casa lanciando tabacco ovunque e colpendo diversi oggetti. 

La ragazza in questione ha chiamato quindi la polizia, obbligando Miller a fuggire. Agli agenti, ha spiegato di non essersi sentita in pericolo di molestie sessuali, ma temeva comunque che Miller potesse attaccarla fisicamente da un momento all’altro, in quanto i suoi atteggiamenti erano troppo sopra le righe e violenti.

Come se non bastasse, è arrivato online un altro aggiornamento non confermato, che al momento sta facendo discutere solo su Twitter.

Alcuni utenti della piattaforma hanno infatti raccontato di aver avvistato Miller in Giappone all’interno di un locale con Austin Butler (star di Elvis). Nello specifico, secondo le testimonianze (ricordiamo, non ancora confermate da qualche giornalista) Miller ha iniziato a gridare contro Butler a seguito di un confronto relativo al volume della musica… fin quando Butler non ha sferrato un pugno sul volto di Miller, chiamando quindi la sicurezza del locale.

Se confermata, questa notizia significherebbe che di certo Miller non è intenzionato a testimoniare al processo che si terrà questo weekend in America. In tal caso, diventerebbe a tutti gli effetti un ricercato, in quanto violerebbe l’ordine protettivo concesso dal giudice.

Comunque vada, una cosa sembra essere certa: Miller non interpreterà più Barry Allen dopo The Flash… ed inevitabilmente la sua carriera sembra essere finita.

Fonte