Esce oggi nelle sale cinematografiche Eternals di Chloé Zhao, un film che ha fatto ampiamente discutere critica e pubblico in queste settimane.

Oggi debutta nelle sale cinematografiche uno dei progetti più attesi della Fase 4 dell’Universo Cinematografico Marvel: Eternals, il film incentrato su uno dei supergruppi meno noti della Casa delle Idee creato da Jack Kirby. La pellicola, diretta dalla regista Premio Oscar Chloé Zhao (Nomadland), espande il lato cosmico dell’MCU raccontando la storia degli Eterni, una razza di alieni immortali arrivati sulla Terra migliaia di anni fa per proteggere l’umanità dalla minaccia dei predatori alieni chiamati Devianti.

Ieri pomeriggio, grazie a Disney Italia ed UCI Cinemas, abbiamo avuto modo di vedere per la seconda volta il film, questa volta doppiato in Italiano ed in formato IMAX nella maestosa sala di Porta di Roma.

A mente fredda – e dopo una seconda visione che ha schiarito alcune idee e chiarito alcuni piccoli dubbi – possiamo confermare quanto di buono vi abbiamo già anticipato nella nostra recensione senza spoiler: Eternals merita assolutamente la visione.

Da una parte questa affermazione può sembrare ovvia, dopotutto l’unico giudizio del quale si deve tenere conto è il proprio – le recensioni devono dare un’idea del film e degli aspetti tecnici, ma è compito del singolo spettatore dare il verdetto finale – ma in queste ultime settimane molti fan sono rimasti perplessi di fronte all’accoglienza a dir poco tiepida da parte della stampa americana.

Mentre in Italia è stato accolto in modo mediamente positivo (doppia standing ovation alla Festa del Cinema di Roma), in America il film ha letteralmente diviso la critica… diventando addirittura la pellicola dell’Universo Cinematografico Marvel con la percentuale più bassa su Rotten Tomatoes: un tiepido 59% di valutazioni positive, ben inferiore rispetto al 66% di un film criticato dalla maggior parte dei fan come Thor: The Dark World.

Da una parte sono arrivate molte critiche lecite sulla struttura del film e sull’impostazione della trama (alcuni la hanno trovata prevedibile, altri fin troppo pesante e sconclusionata), ma dall’altra sono arrivate delle critiche prive di fondamento, come chi si scaglia contro l’eccessiva differenza con i fumetti (sono ormai 13 anni che esiste l’MCU ed hanno sempre preso libertà creative dal materiale originale) o contro l’approccio troppo serio e “politico”.

Inoltre, è stata criticata anche “l’eccessiva ambizione”, spiegando che include determinati elementi per adulti – tra cui una storia d’amore e dinamiche omosessuali – che potrebbero non avere lo stesso approccio per i bambini rispetto ad altri film Marvel.

Dopo questa doverosa introduzione, abbiamo deciso di elencarvi quali sono i motivi per cui, a nostro avviso, il film è degno della visione e non merita minimamente di essere paragonato a pellicole ben più scadenti, che tecnicamente sono oggettivamente di bassa qualità.

Eternals

Eternals è un cinecomic dal forte taglio autoriale, dove si percepisce a più riprese la sapiente mano della regista Chloè Zhao, che ha avuto piena libertà creativa in ogni singola fase, anche nella costruzione delle ottime scene d’azione.

Dal punto di vista tecnico è su buoni livelli ed eccelle in ogni settore se paragonato alle altre pellicole dell’Universo Cinematografico Marvel (salvo rari casi). La colonna sonora di Ramin Djawadi (Il Trono di Spade) è ottima, proprio come la fotografia di Ben Davis e l’utilizzo dei colori. Lato scenografie, già la sola ricostruzione di parte di Babilonia anticipata dal trailer è una chiara dimostrazione dell’enorme impegno del team creativo.

Anche se il montaggio a volte è fin troppo frammentato (avrebbero potuto gestire meglio alcuni bruschi tagli), il film scorre piuttosto bene nelle sue 2 ore e 30 circa di durata e sono pochi i momenti lenti e pesanti.

In sintesi, visivamente possiamo definirlo un film sontuoso, con ben pochi rivali nel MCU. Un punto a suo vantaggio non indifferente, a nostro avviso.

A differenza di tante altre pellicole dell’Universo Cinematografico Marvel, si percepisce la maestosità degli Eterni, che vengono illustrati come delle vere e proprie figure divine (da qui il richiamo ai film di Snyder che hanno evidenziato molti giornalisti) anche grazie ad un mix di musiche ed inquadrature che contribuiscono a rendere epica la visione della Zhao.

Si tratta di quanto più vicino alle divinità mai comparso nel MCU, soprattutto facendo il paragone con Thor…e parlando di esseri divini, la maestosità e l’imponenza dei Celestiali è resa in un modo a dir poco incredibile, che non potrà far altro che lasciarvi a bocca aperta.

Per quanto riguarda la storia, preferiamo non dilungarci troppo: si tratta di una trama complessa ed estremamente ambiziosa, che si svolge lungo 7000 anni di storia. Nonostante ciò, alcuni passaggi possono risultare poco comprensibili e complessi, anche se il film si impegna per non lasciare nulla al caso e dare più spiegazioni (anche ripetendosi).

Le premesse di rivoluzionare la storia del MCU sono state decisamente rispettate.

Parlando delle sue diversità, è un film che non cerca mai di proporre soltanto scene d’azione e dinamiche più spettacolari dei suoi predecessori (che per fortuna ci sono), ma che si focalizza principalmente sulle dinamiche familiari dei protagonisti.

Può sembrare sciocco, ma per loro stessa ammissione i Marvel Studios a volte si sono mossi esclusivamente basandosi sull’idea di proporre “qualcosa in più” allo spettatore in termini di intrattenimento, sacrificando la componente più emotiva, che invece domina Eternals in ogni suo passaggio ed in ogni suo personaggio. Tutto ciò contribuisce a rendere il film più serio e profondo, con un approfondimento psicologico non indifferente.

Tutti questi elementi che vi abbiamo elencato rendono Eternals diverso, unico…e probabilmente non verrà apprezzato dall’interno fandom, dato che in molti non ricercano queste tonalità nei film tratti dai fumetti.

Ancora una volta però, il nostro consiglio è quello di non farvi influenzare dall’opinione della critica e di concedergli una possibilità.

Certo, difetti ce ne sono (trovate tutto nella recensione), ma per una volta abbiamo deciso di soffermarci principalmente sui suoi pregi e su ciò che maggiormente ci ha colpito, nella speranza di potervi trasmettere la stessa idea di film diverso e maestoso che noi ci siamo fatti.

Finalmente i Marvel Studios sono usciti dalla loro zona di confort.

Eternals

Ricordiamo che Eternals, scritto da Ryan e Kaz Firpo e diretto da Chloé Zhao, vedrà nel cast Richard Madden come l’onnipotente Ikaris, Gemma Chan come l’amante dell’umanità Sersi, Kumail Nanjiani come l’essere dai poteri cosmici Kingo, LaurenRidloff come la super-veloce Makkari, Brian Tyree Henry come l’intelligente inventore Phastos, Salma Hayek come la saggia guida spirituale Ajak, Lia McHughcome l’eterna giovane Sprite, Don Lee come il potente Gilgamesh, Barry Keoghancome il riservato Druig, Angelina Jolie come la feroce guerriera Thena e KitHarington come Dane Whitman. Il film sarà distribuito in Italia il 3 novembrementre negli Stati Uniti dal 5 novembre.

SINOSSI
Il nuovo film dei Marvel Studios, Eternals, presenta un nuovo team di supereroi nell’Universo Cinematografico Marvel, antichi alieni che hanno vissuto in segreto sulla Terra per migliaia di anni. In seguito agli eventi di Avengers: Endgame, una tragedia inaspettata li costringerà ad uscire allo scoperto per riunirsi contro i nemici più antichi dell’umanità, i Devianti.