La regista Chloé Zhao ha riflettuto sulle questioni filosofiche e umanistiche alla base di Eternals, il film dei Marvel Studios.

Il 3 novembre 2021 è uscito al cinema Eternals, uno dei progetti più ambiziosi prodotti dai Marvel Studios incentrato sul supergruppo creato da Jack Kirby. La pellicola, diretta dalla regista Premio Oscar Chloé Zhao (Nomadland), espande il lato cosmico dell’Universo Cinematografico Marvel e racconta la storia degli Eterni, una razza di alieni immortali arrivati sulla Terra migliaia di anni fa per proteggere l’umanità dalla minaccia dei predatori alieni chiamati Devianti.

In vista dell’uscita di Marvel’s Eternals: The Official Movie Special Book – un volume che sarà pubblicato da Titan Comics il 6 settembre negli USA contenente foto, concept art e interviste inedite con il cast e la crew – Marvel.com ha diffuso alcuni estratti della discussione con Chloé Zhao. Nel corso dell’intervista, la regista ha riflettuto sulle questioni filosofiche e umanistiche alla base del film dei Marvel Studios:

Sono sempre stata una fan del Marvel Cinematic Universe. Ho visto tutti i film. E mi sono innamorata profondamente dei personaggi. Quando ho letto questa storia, mi ha attratto molto quanto fossero colorati e davvero diversi questi personaggi. E le domande che vengono poste in questo film sono domande di carattere umanistico… domande che mi pongo in qualità di essere umano, un mortale. È un film molto divertente e bello, ma è anche molto riflessivo e molto umanistico. È questa la cosa che mi entusiasma di più.”

Nel film vengono poste domande filosofiche su chi siamo, e lo esploriamo attraverso il tempo e seguendo una storia d’amore davvero, davvero profondamente bella ed epica. E, allo stesso tempo, ci poniamo domande su chi siamo come esseri umani su questo pianeta. E penso che sia tutto ciò che amiamo di un grande pezzo di narrazione umanistica come quelle che la Marvel ha sempre fatto.”